CHIUDI
CHIUDI

03.08.2017

Asfaltature rimandate
si completa la piastra

La piastra polivalente in corso di costruzione  FOTO DIENNEFOTO
La piastra polivalente in corso di costruzione FOTO DIENNEFOTO

Altri 140 mila euro trovati utilizzando l’avanzo di bilancio stornandoli da altri impieghi, verranno destinati al completamento della piastra polivalente degli impianti sportivi di via Bellevere, utile per allenamenti al coperto anche di atletica leggera. La manovra contabile fa parte della delibera di assestamento approvata dal consiglio comunale il 25 luglio. Per trovare la somma necessaria a chiudere un cantiere aperto sette anni fa, sono stati presi 110 mila euro destinati agli asfalti; 20 mila per i portoni del palazzetto le Muse e 10 mila per altre manutenzioni.

Questa ulteriore spesa fa lievitare a un milione e 200 mila euro l’importo della piastra, iniziata subito dopo la prima elezione a capo di una lista civica di centro destra del sindaco Emilietto Mirandola, grazie a un contributo regionale di 400 mila euro. Un contributo chiesto dalla giunta leghista del sindaco Riccardo Fagnani prima della caduta che portò alle elezioni anticipate del 2006. I lavori sono stati portati avanti a stralci, il Comune infatti non ha acceso nuovi mutui ma ha sempre trovato i fondi in bilancio; a far alzare i costi la necessità di rendere la struttura antisismica emersa dopo il terremoto del 2012.

Nella discussione che ha preceduto il voto, maggioranza e opposizione si sono confrontate: fuori dal coro Enzo Buratto che, dai banchi della maggioranza dalla quale è stato appena espulso per dissapori nati dopo l’assegnazione delle deleghe, è intervenuto per chiedere quali saranno le strade che non vedranno arrivare l’asfalto.

«Quest’opera va avanti da troppo tempo», ha risposto l’assessore Orfeo Pozzani, «ci vuole uno sforzo per ultimarla. Le risorse vengono solo spostate, le asfaltature programmate quest’anno andranno avanti regolarmente, i risparmi ottenuti dal ribasso d’asta dell’appalto strade ci metteranno a disposizione centomila euro. La piastra va completata entro il 2018, anno che coincide con il cinquantesimo dell’associazione Atletica Bovolone».

A farsi carico di ricostruire la vicenda è stato Enrico Scipolo del Movimento 5 Stelle, che ha ricordato gli interventi dal sapore profetico in merito ai costi del primo consigliere pentastellato Gianni Bertolini. «Eravamo da subito consapevoli che il preventivo era stato calcolato su un progetto di fattibilità presentato per ottenere in tempo i contributi regionali, che poi sono arrivati, e per questo ringraziano la Lega», ha ribattuto Claudio Casagrande.

A chiudere il dibattito, il capogruppo della Lega Nord Alessandro Minozzi: «Se l’annunciato progetto delle piscina coperta verrà finanziato con lo stesso metodo, quanti anni ci vorranno per avere l’opera?», domanda rimasta senza risposta.

Roberto Massagrande
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1