Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
sabato, 22 settembre 2018

Autista Atv insultato
e pestato a sangue
da gang di ragazzini

Un pullman dell'Atv

Violenza sulla corsa dell'Atv Verona-Legnago l’altra sera.

 

Verso le 19 il bus extraurbano ha fatto tappa a Bovolone, dove è salito dalla porta posteriore un gruppetto di ragazzi stranieri. Tutti «clienti» indesiderati visto che non era la prima volta che tentavano di viaggiare gratis a spese dell’Atv.

Non appena il conducente li ha invitati a munirsi di biglietto hanno iniziato a dare in escandescenze, sono volate grida, offese e minacce.

Alla fermata successiva di via Garibaldi, in prossimità del passaggio a livello, il conducente ha spalancato le porte e li ha invitati a scendere. Quattro di loro, pur tra accese proteste, hanno abbandonato il bus. Ma non ne volevano proprio sapere di tranquillizzarsi. L’autista li ha perciò raggiunti a terra per controllare che si allontanassero.

Ed è stato in quel momento che dagli insulti sono trascesi alle mani: L.M. è stato assalito e picchiato, non si sa se da tutto il gruppetto o da uno dei giovani «portoghesi». Ad appurarlo saranno i carabinieri della stazione di Bovolone, che si sono precipitati sul posto con il personale del 118 dopo essere stati allertati da una guardia giurata che si trovava in auto dietro al pullman dell’Atv. Nel frattempo, gli aggressori sono fuggiti facendo perdere le loro tracce.

 

I viaggiatori sono stati fatti trasbordare su un altro pulman, mentre il conducente 52enne ha portato il bus fino al capolinea. Poi è andato al pronto soccorso di Legnago e da lì all'ospedale di Borgo Roma, dove è stato operato per la frattura del setto nasale.