Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
Cerca

giovedì, 18 dicembre 2014

Chiudi

19.07.2012

Palazzo Barbieri, tutti in coda
per firmare contro la «casta»

PETIZIONE. Il tam tam è partito sul web, ma ora la proposta di legge popolare trova consenso non solo in rete. Continuo afflusso di cittadini che vogliono il referendum per tagliare i compensi ai parlamentari. E accusano: «I politici lo boicottano e lo fanno passare sotto silenzio»

Una firma a Palazzo Barbieri per sostenere il referendum contro la «casta» FOTO MARCHIORI
Una firma a Palazzo Barbieri per sostenere il referendum contro la «casta» FOTO MARCHIORI
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenti 19

Verona. Il tam tam sui social network e via internet è cominciato da qualche settimana: all'inizio più blando e sommesso, poi sempre più martellante. «Andate a firmare per sostenere il referendum contro la casta, i politici "ricchi e strapagati"»: sul web le invettive e gli sfoghi contro parlamentari e amministratori della cosa pubblica - a ogni grado e livello – non si risparmiano certo. Un referendum «boicottato dai politici» e tenuto sotto traccia dai media: sono le voci che serpeggiano online. Ma cosa c'è di vero in tutto questo? Di vero ci sono due proposte di referendum per tagliare i rimborsi ai parlamentari e una proposta di legge popolare per modificare la normativa che regola i finanziamenti pubblici ai partiti. Di vero ci sono sicuramente le decine e decine di persone che negli ultimi giorni hanno fatto tappa in Comune: finora le firme raccolte a Palazzo Barbieri sono state complessivamente 1.794, oltre alle 764 delle otto circoscrizioni. Di vero c'è un'insofferenza sempre più diffusa contro un certo modo di fare politica, che gli italiani – e i veronesi nello specifico – non tollerano più.  Da quando la voce si è diffusa, gli uffici della segreteria generale del Comune e degli Affari di giunta sono stati presi d'assalto. Anche ieri mattina l'afflusso è stato costante: genitori con figli, pensionati, lavoratori, coppie. Badge da visitatori per Palazzo Barbieri e carta d'identità alla mano: tutti si sono presentati davanti agli uffici preposti per «combattere i privilegi della casta». «Penso che sia una delle poche occasioni per fare qualcosa di concreto, invece di continuare a lamentarsi, e per dare un segnale chiaro a questa classe politica autoreferenziale», erano i commenti più frequente ieri nei corridoi del Comune. «Nessuno però ha pubblicizzato questo referendum: è stato fatto passare volutamente sotto silenzio». I canali con cui finora si è divulgata la notizia di questa raccolta firme sono stati due: il passa parola e il web. «Trovo che questo provvedimento sia giusto, considerato il momento storico che stiamo attraversando. Io sono fiero di essere italiano, ma il nostro Paese sta attraversando un momento difficile e dobbiamo unirci tutti per dare il meglio», commenta Mirco Fracasso, gestore di un bar. «L'ho scoperto su Facebook e lo sto dicendo a tutti i miei clienti». Enzo Zanella, pensionato veronese, è venuto accompagnato dai due figli Luciano e Adriano: «A pagare siamo sempre noi cittadini, e invece le soluzioni per ridurre le tasse ci sono: per questo siamo qui oggi». Anche Mara Ferrari ha firmato ieri: «L'ho saputo grazie a una mail di alcuni amici, perché nessuno ne parla: quando si toccano i privilegi, è questo che succede». Il conto alla rovescia, ormai, è già avanti: le due proposte di referendum scadranno tra domani e giovedì prossimo, mentre per chiedere la modifica della legge sui finanziamenti ai partiti ci sarà tempo fino al 21 settembre.

Manuela Trevisani
Commenti (19)

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Commenti (19)

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto e vagliato. I commenti o le parti ritenute inadatte o offensive non saranno pubblicate.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

    pagine 1 di

Il meteo

Verona

Multimedia

Telearena live

Tendenze su Twitter

Twitter

Facebook

Sondaggio

Regionali, vince l'astensione. Se si votasse oggi a Verona, andresti alle urne?
Elezioni Regionali
ok

Agenda

Concerti
Concerto - Otto Corde Per Musiche D'insieme
La Fondazione Centro Studi Campostrini ospita la Piccola ...
Teatro
Mitico Tango
Adrian Aragon - Erica Boaglio Quintetto “I Fiori ...