Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
Cerca

mercoledì, 30 luglio 2014

Chiudi

19.07.2012

Palazzo Barbieri, tutti in coda
per firmare contro la «casta»

PETIZIONE. Il tam tam è partito sul web, ma ora la proposta di legge popolare trova consenso non solo in rete. Continuo afflusso di cittadini che vogliono il referendum per tagliare i compensi ai parlamentari. E accusano: «I politici lo boicottano e lo fanno passare sotto silenzio»

Una firma a Palazzo Barbieri per sostenere il referendum contro la «casta» FOTO MARCHIORI
Una firma a Palazzo Barbieri per sostenere il referendum contro la «casta» FOTO MARCHIORI
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenti 19

Verona. Il tam tam sui social network e via internet è cominciato da qualche settimana: all'inizio più blando e sommesso, poi sempre più martellante. «Andate a firmare per sostenere il referendum contro la casta, i politici "ricchi e strapagati"»: sul web le invettive e gli sfoghi contro parlamentari e amministratori della cosa pubblica - a ogni grado e livello – non si risparmiano certo. Un referendum «boicottato dai politici» e tenuto sotto traccia dai media: sono le voci che serpeggiano online. Ma cosa c'è di vero in tutto questo? Di vero ci sono due proposte di referendum per tagliare i rimborsi ai parlamentari e una proposta di legge popolare per modificare la normativa che regola i finanziamenti pubblici ai partiti. Di vero ci sono sicuramente le decine e decine di persone che negli ultimi giorni hanno fatto tappa in Comune: finora le firme raccolte a Palazzo Barbieri sono state complessivamente 1.794, oltre alle 764 delle otto circoscrizioni. Di vero c'è un'insofferenza sempre più diffusa contro un certo modo di fare politica, che gli italiani – e i veronesi nello specifico – non tollerano più.  Da quando la voce si è diffusa, gli uffici della segreteria generale del Comune e degli Affari di giunta sono stati presi d'assalto. Anche ieri mattina l'afflusso è stato costante: genitori con figli, pensionati, lavoratori, coppie. Badge da visitatori per Palazzo Barbieri e carta d'identità alla mano: tutti si sono presentati davanti agli uffici preposti per «combattere i privilegi della casta». «Penso che sia una delle poche occasioni per fare qualcosa di concreto, invece di continuare a lamentarsi, e per dare un segnale chiaro a questa classe politica autoreferenziale», erano i commenti più frequente ieri nei corridoi del Comune. «Nessuno però ha pubblicizzato questo referendum: è stato fatto passare volutamente sotto silenzio». I canali con cui finora si è divulgata la notizia di questa raccolta firme sono stati due: il passa parola e il web. «Trovo che questo provvedimento sia giusto, considerato il momento storico che stiamo attraversando. Io sono fiero di essere italiano, ma il nostro Paese sta attraversando un momento difficile e dobbiamo unirci tutti per dare il meglio», commenta Mirco Fracasso, gestore di un bar. «L'ho scoperto su Facebook e lo sto dicendo a tutti i miei clienti». Enzo Zanella, pensionato veronese, è venuto accompagnato dai due figli Luciano e Adriano: «A pagare siamo sempre noi cittadini, e invece le soluzioni per ridurre le tasse ci sono: per questo siamo qui oggi». Anche Mara Ferrari ha firmato ieri: «L'ho saputo grazie a una mail di alcuni amici, perché nessuno ne parla: quando si toccano i privilegi, è questo che succede». Il conto alla rovescia, ormai, è già avanti: le due proposte di referendum scadranno tra domani e giovedì prossimo, mentre per chiedere la modifica della legge sui finanziamenti ai partiti ci sarà tempo fino al 21 settembre.

Manuela Trevisani
Commenti (19)

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Commenti (19)

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto e vagliato. I commenti o le parti ritenute inadatte o offensive non saranno pubblicate.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

    pagine 1 di

Il meteo

Verona

Multimedia

Telearena live

Tendenze su Twitter

Twitter

Facebook

Sondaggio

Hellas e Chievo hanno presentato le nuove maglie. Secondo te qual è la più bella?
Le nuove maglie di Hellas e Chievo
ok

Agenda

Concerti
Turandot
L'ultima grande opera di Puccini L'idea di ispirarsi ...
Sport
Palo della Cuccagna 2014
Palo della Cuccagna 2014. Torna mercoledì 30 Luglio ...
Cultura
Uscita alla scoperta delle nostre Chiese medioevali, Villa Romana e museo etnografico.
Ogni mercoledì da giugno fino a fine settembre, ...