Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
3 settembre 2014

Speciali

Chiudi

Una parrocchia, un quartiere

19.07.2010

Volontariato laico, scout e assistenza agli anziani

Il gruppo alpini dello Stadio
Il gruppo alpini dello Stadio
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

La caratteristica forse più pregnante dello Stadio è la ricchezza di realtà associative, di stampo religioso e non, che spesso s'intrecciano. In effetti, il cuore pulsante del quartiere sono i laici. Si contano decine di associazioni, tra cui le maggiori esistono da decenni.
Attorno alla parrocchia gravitano il gruppo Noi, che con il suo bar promuove il divertimento sano, l'Unitalsi, per i pellegrinaggi a Lourdes, e i numerosi Masci (Movimento adulti scout cattolici) e Agesci (Associazione guide e scout cattolici).
L'ufficio Caritas, aperto dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 10.30, si occupa di assistere in particolare chi, in questo periodo di crisi, ha perso il lavoro. «I contributi servono in particolare per pagare le bollette oppure per coprire spese impreviste», spiegano i parroci don Mauro e don Marco. E poi, nel quartiere, è attivo una sorta di Banco alimentare permanente che contribuisce al sostentamento di una sessantina di famiglie, senza contare le emergenze.
Il Samaritano, con sede nel centro comunale di via Brunelleschi, vicino alla farmacia, è l'approdo cui si appoggia buona parte della popolazione anziana del quartiere, che è molto numerosa. Dalle 15 alle 16 di ogni giorno, infermieri in pensione sono disponibili gratuitamente per la misurazione della pressione o per effettuare iniezioni a domicilio. Il gruppo esiste da almeno 30 anni: fu fondato da Augusto Nogara, un pensionato dell'Agsm. Sempre al centro di via Brunelleschi, un'associazione che riscuote molto successo nella terza età, con circa 170 associati, si chiama Insieme per il tempo libero, nata proprio 10 anni fa dall'idea di Vincenzo Caruso e guidata successivamente da Antonio Ghelli Santuliana e, oggi, da Giulio Bagolin, uno dei residenti più attivi nel sociale. Si gioca a carte, a bocce, a tombola, si leggono i giornali disponibili nella sala lettura, si organizzano cene e gite turistiche.
E come dimenticare il Gruppo alpini dello Stadio, che il 30 maggio ha compiuto 20 anni? Il presidente è Carlo Chemello. Sono i suoi associati, 105 fra soci e amici, a preparare ogni Natale il grande presepe nel giardino della sede, in via Albere, nel complesso dei Veterani sportivi. Come scenografia mettono le montagne veronesi in miniatura.
Infine non si può dimenticare il emrcato settimanale, il più importante della città che attira ogni sabato migliaia di persone.L.CO.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Commenti (0)

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto e vagliato. I commenti o le parti ritenute inadatte o offensive non saranno pubblicate.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

Tutti i dossier