Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 dicembre 2017

Veneto

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

07.12.2017

«Ipnotizzata
e molestata
al centro olistico»

L'interno del centro olistico
L'interno del centro olistico

La procura ha aperto un’inchiesta a carico del responsabile del centro olistico "Chandra" a Mason, nel Vicentino. L’ipotesi di reato è la violenza privata, dopo la denuncia di una paziente. La vicentina aveva raccontato in caserma di essersi presentata per una seduta e di essere stata convinta a sottoporsi all’ipnosi.

Ha accettato, ma quando si è risvegliata si è trovata con un oggetto nelle parti intime: era un vibratore. I carabinieri del Nas di Padova hanno compiuto una perquisizione, trovando in un cassetto della scrivania e sequestrando il sex toy. Sono in corso accertamenti sull’attività del centro.

 

LA PRECISAZIONE

La titolare del Centro (presso cui si sarebbero consumati i fatti denunciati da una cliente a carico del sig. Trevisan M.), a tutela della sua onorabilità personale e professionale, nonché in segno di rispetto nei confronti dei numerosi clienti che da anni si affidano con fiducia ai trattamenti offerti dal Centro, dissociandosi totalmente da ogni fatto illecito che dovesse essere accertato a carico del Trevisan, intende precisare quanto segue: 

1. Il sig. Trevisan M. non è il responsabile della struttura olistica Chandra, bensì un mero operatore occasionale con il quale, in via cautelativa, è stato sospeso ogni rapporto di collaborazione;

2. Nessun operatore si è mai qualificato nel Centro come “dottore” senza averne il relativo titolo;

3. Nel Centro non viene praticato alcun trattamento che privi la persona del proprio stato vigile e di coscienza;

4. All’interno della struttura non è stato rinvenuto alcun oggetto avente valenza sessuale;

5. In qualità di titolare si riserva ogni più opportuna iniziativa nei confronti di chiunque venga ritenuto responsabile del danno d’immagine riportato dalla struttura.

Diego Neri
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Multe salate a Verona per chi chiede firme e soldi per strada. Sei d'accordo?
Verona: esterni di Palazzo Barbieri
ok

Sport

Spettacoli