domenica, 22 ottobre 2017
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

02.04.2013

Un'«app» sul telefonino
e parli con il Comune

L’entrata del municipio di Soave
L’entrata del municipio di Soave

Soave. Il Comune di Soave è ha un'app tutta sua. La tecnologia annulla sempre di più le distanze tra cittadini e pubblica amministrazione, in particolare agevola molto le persone lontane, che si spostano spesso o, al contrario, quelle impossibilitate a muoversi da casa. Si chiama «Gong» ed è una nuova applicazione per gli smartphone con la quale da oggi è possibile dialogare con l'amministrazione e gli uffici municipali. Non è un servizio solo per i soavesi, ma per chiunque: basta scaricare gratuitamente sul proprio smarthphone con i sistemi Android e Ipohne (e prossimamente anche con il sistema Blackberry) l'applicazione «Gong boxxapps» per comunicare con la pubblica amministrazione soavese. Una volta scaricata l'app «Gong», è sufficiente cliccare sulla rotellina in alto a destra dello smartphone ed inserire i dati richiesti: nome, comune di residenza, mail e codice fiscale. Sono questi i dati necessari per poter utilizzare l'applicazione. Gli ambiti che si possono selezionare sono tre: i messaggi, per decidere su quali ambiti essere informati; gli orari e le distanze, che permette di decidere i tempi nei quali si vogliono ricevere comunicazioni e entro quale distanza da Soave riceverle, espressa in chilometri. Infine la categoria «opzioni personali» è quella dove inserire i dati personali per poter usufruire del servizio. Tale servizio della telefonia in rete è gratuito per i cittadini: il Comune paga un canone annuo per poter mettere a disposizione questa applicazione. «Oltre alle informazioni su eventi e appuntamenti, questioni riguardanti l'uso delle strutture pubbliche, problemi di viabilità, trasporto scolastico e ogni altro servizio di cui si può disporre; si può anche scrivere direttamente al sindaco, agli amministratori e agli uffici, segnalando richieste o disservizi», spiega il sindaco, Lino Gambaretto. C'è inoltre una voce nella pagina principale che si chiama «Invia una segnalazione», con la quale si può scattare una foto, per esempio, di una buca, un tombino aperto o un lampione rotto, immagine che poi si può inviare in tempo reale al municipio. «Fino ad oggi, se ci si incontrava in municipio, potevo raggiungere i cittadini solo attraverso il telefono o la mail», evidenzia il sindaco, «mentre oggi ognuno può tenersi costantemente in contatto con me o con gli uffici comunali. Immagino che non tutti siano provvisti di Iphone, Tablet e smartpohne, ma credo sia questione di poco tempo, visti anche i costi contenuti e molti potranno sfruttare questa nuova tecnologia e dialogare con noi». Grazie a questo nuovo servizio, l'amministrazione pubblica potrà anche eseguire sondaggi e testare il livello di gradevolezza di un progetto, piuttosto che di una decisione da prendere o di una iniziativa che si intende portare avanti. «Invito chi possiede già questo tipo di apparecchiatura, di scaricare l'applicazione Gong e mettersi in rete con noi», conclude Gambaretto, «per aiutarci nel difficile compito di amministrare il paese e fare il bene della comunità». A breve su tutto il territorio, verranno apposti dei cartelli con su scritto «Da oggi il tuo Comune è Smart!», con i quali si inviteranno i soavesi e non solo, a scaricare l'App Gong, con le indicazioni di come accedere a questa operazione e sfruttarla al meglio.Z.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Come finirà il derby di Verona?
ok

Spettacoli