Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
14 dicembre 2018

Sport

Chiudi

18.02.2018

Veideman, regia e punti Bushati valore aggiunto

Jones in entrata affrontato da Diop e Mortellaro
Jones in entrata affrontato da Diop e Mortellaro

Non bisogna illudersi. La GSA (Gruppo Servizi Associati) Udine sarà pure priva di Andrea Benevelli (fra le tante novità friulane della stagione) e Mauro Pinton (della vecchia guardia) ma con il mercato di riparazione ha inserito la guardia ala italo-albanese Frank Bushati arrivato da Brescia a fine gennaio, ed è sempre alla ricerca di una play di grido. Le ambizioni per la squadra di Lino Lardo restano alte: sta cercando un suo equilibrio, nelle ultime cinque gare ha perso le due in trasferta, ha sempre vinto sul terreno amico. Rispetto all’andata però anche Verona è cambiata con l’arrivo di Poletti: «Sapevamo che la reale Verona non era quella delle prime giornate di campionato» conferma Lardo. «Nel corso della stagione, si è arricchita di Poletti ed è uscito il valore degli scaligeri reduci da nove vittorie nelle ultime undici gare. Sarà una partita di grande importanza per entrambe le squadre, ma soprattutto per noi che dovremo capitalizzare con un’affermazione casalinga». Il GSA è squadra profonda, intensa e aggressiva in difesa, veloce nelle transizioni, con la seconda miglior difesa del torneo. In attacco ci pensano i due stranieri a segnare, Kyndall Dykes con quasi 16 punti a gara, una delle guardie (mancino) più fisicate del torneo (192 cm e 95 kg), e Rain Veideman che sfiora i 13, predilige attaccare il ferro, dà il ritmo alla squadra con leadership. Sotto canestro conta sulla solidità di Chris Mortellaro, pivot tecnico ed offensivo, solido, bravo nel roll, e con Bushati: «Fisicamente sto sempre meglio e progredisco ad ogni partita», Udine ha aumentato le opzioni; l’italo-albanese prevede «una gara dura, tosta e fisica come del resto tutte quelle del girone di ritorno in cui ogni squadra scende in campo col coltello tra i denti. Verona ha gli stessi nostri punti ed è guidata da un grandissimo allenatore». Fra i friulani degni di nota ci sono Tommaso Raspino (colpisce bene dalla distanza con 7.6 pp e 2.3 assist), l’ala Michele Ferrari (3.7 pp), il pivot Francesco Pellegrino intimidatore dell’area (5.7 pp e 1.8 stoppate), l’under 18 Ousmane Diop, presenza nel pitturato (7.4 pp. Per 5 rimbalzi), quindi il 20enne Andrea La Torre che ha fatto parte delle nazionali giovanili che dà 2.6 pp, e la combo-guardia Vittorio Nobile da 3.9 pp.

Anna Perlini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
43
Napoli
35
Inter
29
Milan
26
Lazio
25
Torino
22
Atalanta
21
Roma
21
Sassuolo
21
Parma
21
Sampdoria
20
Fiorentina
19
Cagliari
17
Empoli
16
Genoa
16
Spal
15
Udinese
13
Bologna
11
Frosinone
8
Chievoverona
3
Cagliari - Roma
2-2
Empoli - Bologna
2-1
Genoa - Spal
1-1
Juventus - Inter
1-0
Lazio - Sampdoria
2-2
Milan - Torino
0-0
Napoli - Frosinone
4-0
Parma - Chievoverona
1-1
Sassuolo - Fiorentina
3-3
Udinese - Atalanta
1-3