Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 dicembre 2018

Sport

Chiudi

17.12.2017

Tezenis, vai col cuore Serve la gara perfetta

Phil Greene attacca il canestro. La guardia Usa viaggia con la media di 16.7 punti gara FOTOEXPRESSIl play Matteo Palermo nel traffico...di Ferrara
Phil Greene attacca il canestro. La guardia Usa viaggia con la media di 16.7 punti gara FOTOEXPRESSIl play Matteo Palermo nel traffico...di Ferrara

Simone Antolini La partita perfetta. O quasi. Lo pensa anche Luca Dalmonte. Si accendono le luci all'Agsm Forum. Stasera arriva la capolista Trieste. Imbattuta ma forse non imbattibile. È qui è inutile dilungarsi troppo. Verona deve regalarsi una notte da sogno. La Scaligera deve giocarcela in stile “golden age“. Ritrovando quello spirito che mordeva le anime baciate di dannazione di antichi guerrieri passati da qui in tempi di gloria. PERFETTI. E subito si torna al presente. E alle parole del tecnico di Verona. «È quasi una equazione matematica. Giochiamo contro la prima e dovremo cercare di disputare la miglior partita di sempre. Poi, per la legge dei grandi numeri, anche Trieste dovrà andare incontro ad una sconfitta prima o poi. E noi dovremo essere bravissimi nell'interpretare al meglio la nostra partita. Per permettere che questo accada». SESTO UOMO. Già stasera. Magari con un palazzetto di nuovo straboccante di energia. La Tezenis spera anche nell’aiuto del suo “sesto uomo“. Perché oggi più che mai, tante anime vaganti possono confluire in un’unica anima. Quella del viandante solitario. Che cerca la sua via. Il significato della sua storia. Il senso di questo camminare. La Tezenis, sette giorni fa, ha vinto in rincorsa la sfida con Ferrara. Lo ha fatto di testa. Lo ha fatto (soprattutto nella seconda parte dell'incontro) dando un significato importante ad ogni singolo possesso, ad ogni rimbalzo, ad ogni costruzione di tiro. Ha vinto di squadra. Negli aiuti, nel sostegno fisico e morale. Nella scelta della via della sofferenza. Perché la Bondi, sotto canestro, era forse il peggiore avversario da affrontare in questo momento. TRINCEA. Ragionamento per dire: quando si è in trincea contano gli ordini che arrivano dall'alto, pure la strategia e la pazienza. Ma spesso sono gli atti di eroismo a passare alla storia. Chi ama la bandiera, va oltre. E oggi la Tezenis, nell'affrontare la partita contro un nemico (sportivo) spietato qual è Trieste, dovrà andare oltre. Ripassando a memoria il piano partita. Lotta e difesa. Tanta difesa. Tanta energia. Trieste, come ha spiegato più volte Dalmonte, non si affronta a viso aperto. MICIDIALE. L'Alma è vedova nera che può decidere il destino dei suoi amanti. Verona lo sa. E non dovrà cadere nella tentazione di farsi rapire da un abbraccio mortale. Tutto il resto è già stato detto. La capolista manderà sul parquet facce da campioni. Juan Fernandez, Cavaliero, Green, Da Ros e Cittadini è quintetto pronto all'uso. Capace di martellare, scolpire, intorpidire. Oggi Trieste, lo dice il campo, è la più forte delle due Leghe. Un peso massimo che sferra colpi micidiali. Verona lo sa. Dalmonte non vuole vedere i suoi ragazzi finire alle corde. Al primo gong dovrò essere Scaligera con capo chino, guardia alta e pugni pronti a diventare dinamite. Da Greene a Jones, passando per Amato, Palermo, Pierich, Totè e Nwohuocha. Alla guida Udom. Con Ikangi, Visconti e i ragazzini. Insieme, si può. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
46
Napoli
38
Inter
32
Milan
26
Lazio
25
Atalanta
24
Roma
24
Sassuolo
24
Sampdoria
23
Fiorentina
22
Torino
22
Parma
21
Cagliari
17
Empoli
16
Spal
16
Genoa
16
Udinese
13
Bologna
11
Frosinone
8
Chievoverona
4
Atalanta - Lazio
1-0
Bologna - Milan
Cagliari - Napoli
0-1
Fiorentina - Empoli
3-1
Frosinone - Sassuolo
0-2
Inter - Udinese
1-0
Roma - Genoa
3-2
Sampdoria - Parma
2-0
Spal - Chievoverona
0-0
Torino - Juventus
0-1