Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 febbraio 2018

Sport

Chiudi

04.02.2018

Tezenis senza paura Primo esame di fuoco

Phil Greene, qui con Gelvis Solano, arma a doppio taglio della Tezenis Verona FOTOEXPRESSJamal Jones e Davide Bozzetto
Phil Greene, qui con Gelvis Solano, arma a doppio taglio della Tezenis Verona FOTOEXPRESSJamal Jones e Davide Bozzetto

Simone Antolini Antipasto play off. Perché contro Montegranaro sarà partita da interpretare proprio così: dentro, fuori, zero errori. Chi sbaglia paga un conto salato. Chi vince mette le ali. E poi riparte subito. La Tezenis torna in campo stasera all'Agsm Forum. Palla a due (alle 18) proprio contro i marchigiani, secondi in classifica. La prima di una serie di sfide terribili che arricchiranno di motivazioni il durissimo mese di febbraio. Gara uno a Verona. Poi arriveranno: gara due a Mantova, gara tre in casa con la Fortitudo, gara quattro a Udine. E infine, gara cinque al Forum contro Treviso. Play off virtuali. Ma neanche troppo. Visto che è adesso che Verona deve forgiare l'anima nell'adamantio. Per provare a diventare immortale come Wolverine. L'idea solletica anche Luca Dalmonte. Che sa di avere in mano la mappa che porta all'isola del tesoro. Ma non ancora tutto è chiaro. «Dovremo decidere noi chi siamo veramente», ha detto il coach alla vigilia della gara. Problemi esistenziali: come, dove, quando. Chi siamo e dove andiamo? Se lo chiede anche la Scaligera. Che oggi, in cuor suo, si aspetta di andare a giocarsi la palla a due con un Forum di nuovo straboccante di passione. Contro Jesi erano presentati in 5.200 al Forum. La sfida, di non grandissimo appeal con Bergamo, di tifosi ne ha portati 3.700. Quella di stasera con Montegranaro vale molto. Sul piano tecnico ma anche emozionale. Mancherà Powell, satanasso d'area, squalificato per due turni dal giudice sportivo, dopo il finale caldo della partita vinta dai marchigiani contro Piacenza. Assenza pesante per loro. «Ma se pensi che sia più facile, ti condanni da solo», ricordava ieri a bordo campo il general manager Daniele Della Fiorì. La Scaligera vista all'opera nella seduta di rifinitura era un misto di corsa e allegria. Sorrisi puliti, legnate sotto canestro. Buon ritmo nelle costruzioni. Intesa e applicazione che hanno strappato applausi anche a Dalmonte, che dentro al “cerchio magico“ finale (il coach raduna i ragazzi intorno a sé a fine seduta) vede sempre di più prendere vita i suoi pensieri. Stasera scatta la corsa alla verità. Montegranaro non è più una sorpresa. Neopromossa ma già pronta ad ereditare un ruolo importante nel girone Est del torneo di A2. In campo sfide epiche. Poletti contro Amoroso sotto canestro, per esempio fa pensare al rumore sordo che producono i giganti quando si scontrano. Sarà duello da “botte e risposte“. Come la sfida americana tra Greene e Corbett. Gente che la spara quasi mai a salve. Così, tanto per gradire. Ma il menù è molto più complesso. E Verona deve pure rifarsi della sconfitta incassata all'andata. Ma è storia vecchia. Oggi tutto è cambiato. Ma quando a Dalmonte si domanda: coach al quarto posto non farebbe un pensierino? Lui risponde quasi seccato: «Non facciamoci prendere dalla presunzione. Farsi ingolosire sarebbe errore. Che non dobbiamo commettere. Dare qualcosa per scontato è sintomo di superficialità. E noi dobbiamo farci trascinare solo dall'ambizione». •

Simone Antolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Napoli
66
Juventus
65
Roma
50
Lazio
49
Inter
48
Sampdoria
41
Milan
41
Atalanta
38
Torino
36
Udinese
33
Fiorentina
32
Genoa
30
Bologna
30
Cagliari
25
Chievoverona
25
Sassuolo
23
Crotone
21
Spal
17
Hellas Verona
16
Benevento
10
Atalanta - Fiorentina
1-1
Benevento - Crotone
3-2
Bologna - Sassuolo
2-1
Chievoverona - Cagliari
2-1
Genoa - Inter
2-0
Lazio - Hellas Verona
2-0
Milan - Sampdoria
1-0
Napoli - Spal
1-0
Torino - Juventus
0-1
Udinese - Roma
0-2