Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
28 maggio 2018

Sport

Chiudi

03.02.2018

«Tezenis, febbraio è il mese delle verità»

Marshawn Powell, il grande assente, e Andrea Amato FOTOEXPRESS
Marshawn Powell, il grande assente, e Andrea Amato FOTOEXPRESS

Simone Antolini Un febbraio da impazzire. Cinque partite in venti giorni. Una specie di play off allungato. Partite da “dentro o fuori“. Ciascuna con il suo significato. La Tezenis avrà la possibilità di capire di che pasta è fatta. Chi siamo? Dove andiamo? Domande esistenziali anche per il gruppo Dalmonte, che domani affronterà all’Agsm Forum Montegranaro, seconda forza del campionato. Mancherà Powell, gioiello dei marchigani. L’ala americana è stata squalificata per due turni dal giudice sportivo. Un vantaggio di non poco conto per i gialloblù. Il febbraio terribile continuerà poi con il turno infrasettimanale (il 7 febbraio) a Mantova. A seguire: Fortitudo in casa, Udine in trasferta e a chiudere il mese, il derbyssimo con Treviso al Forum. DECISIVO. Dalmonte ragiona così: «Mi piace pensare che febbraio, per densità e difficoltà di partite, possa essere il perno del nostro prossimo futuro. Una sorta di auto proclamazione da conquistare sul campo di chi vorremmo essere e quale collocazione meritare all’interno della nostra stagione. Gara 1 di questa striscia inizia proprio con la sfida a Montegranaro. L’assenza di Powell è oggettivamente un vantaggio, senza cadere in banale dietrologia. Vantaggio, però, non significa più facile. Se qualcuno dubitasse di questo si colleghi al link Montegranaro-Piacenza in cui Powell ha giocato 14 minuti, mettendo a referto due punti e due rimbalzi nella vittoria marchigiana in cui la squadra di Ceccarelli ha ribaltato e vinto una partita con un parziale di 14-0 con Powell e Corbett in panchina». STRATEGIA. Il coach legge l’avversario. Nemico che sa menare montanti devastanti. Potenti, quanto basta, Montegranaro è offensivamente la seconda migliore squadra del campionato, per punti segnati, efficienza offensiva, percentuali da due e da tre. L’assenza di Powell alzerà le singole motivazioni e responsabilità. Sicuramente ci saranno un numero maggiore di situazioni per coinvolgere sia Corbett sia Amoroso. Comunque sia, al di là delle motivazioni, ci aspettiamo anche soluzioni tecnico-tattiche differenti rispetto alle loro abitudini. Azzardo: un quintetto molto piccolo e utilizzo importante della difesa a zona». ATTEGGIAMENTO. La via che porta alla vittoria? Molto dipenderà da due fattori: «Dalla nostra capacità di difendere le situazioni in cui Corbett è coinvolto, e sono illimitate, così come la licenza di esprimere il suo talento. E dal controllo delle situazioni in cui Amoroso verrà coinvolto nella sua doppia dimensione. Sono proprio questi i due punti chiave attraverso i quali dovremmo riuscire a costruire equilibrio tra l’inquinare le due opzioni principali e negare “luce” e vantaggi a specialisti come Campogrande, Gueye e Maspero, capaci di incidere e decidere la partita. Per Zucca e Treier è sicuramente la partita delle motivazioni. Volutamente ho lasciato Rivali per ultimo ai fini di enfatizzare la sua intelligenza cestistica, la sua capacità di gestire ritmo e squadra, qualità che gli riconosco e che lo rende, per differenti motivi, altrettanto importante quanto Corbett e Amoroso». RIFLESSIONE. E adesso la palla a due. «È la gara numero uno di una striscia impegnativa in cui è necessario avere un approccio sopra agli standard per difficoltà ed importanza». •

Simone Antolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
95
Napoli
91
Roma
77
Lazio
72
Inter
72
Milan
64
Atalanta
60
Fiorentina
57
Torino
54
Sampdoria
54
Sassuolo
43
Genoa
41
Udinese
40
Chievoverona
40
Bologna
39
Cagliari
39
Spal
38
Crotone
35
Hellas Verona
25
Benevento
21
Cagliari - Atalanta
1-0
Chievoverona - Benevento
1-0
Genoa - Torino
1-2
Juventus - Hellas Verona
2-1
Lazio - Inter
2-3
Milan - Fiorentina
5-1
Napoli - Crotone
2-1
Sassuolo - Roma
0-1
Spal - Sampdoria
3-1
Udinese - Bologna
1-0