Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 giugno 2018

Sport

Chiudi

17.02.2018

Tezenis a casa dei Giganti A Udine per riveder le stelle

Mattia Udom a colloquio con coach Marco Gandini FOTOEXPRESS
Mattia Udom a colloquio con coach Marco Gandini FOTOEXPRESS

Nella tana dei giganti. La Tezenis archivia il ko contro Bologna e trova Udine. Unico avversario, insieme alla Fortitudo, ad essere riuscito a battere gli scaligeri a domicilio. Riflessione dovuta, che conferma una volta di più il valore dei bianconeri. E i friulani sono proprio brutto cliente. L'Apu ha taglia, accentuato atletismo e talento. Gruppo indomito di ragazzi guidato dall’ex di turno Lino Lardo. Udine, come Verona, è in piena bagarre play off. Per la Tezenis, la sfida di domani al Carnera, ha valore simile alla gara con Mantova. Una specie di crocevia. Per capire se questo gruppo può lottare per un piazzamento nobile nella griglia play off o sé dovrà correre più di altri per restare agganciata al treno che porta in Paradiso. Il test friulano diventa così motivo di ulteriore analisi per coach Marco Gandini, che per un giorno fa le veci dell’influenzato Luca Dalmonte. «E il terzo scontro diretto del caldo febbraio di Verona. La consideriamo una sorta di gara tre di un play off anticipato. All’andata abbiamo perso. E abbiamo intenzione di andare là per vincere e mettere la mini serie sulla parità. Loro sono squadra di grande impatto fisico. Reduci dalla sconfitta di Ferrara e quindi faranno di tutto per rifarsi. Udine ha grande ambizione e punta alle prime quattro posizioni. E stop interni non sono auspicabili se vogliono mantenere quel ranking». Verona ha messo da parte la sconfitta con la Fortitudo. E guarda avanti. «Per noi» continua Gandini «è una verifica. Indipendentemente da quello che sarà il risultato finale, vorremmo fare una prestazione solida per provare a giocarci le nostre carte play off fino in fondo». Lo stop contro la Fortitudo pare essere già stato metabolizzato. Restano appunti e una lezione che vale da qui alla fine del campionato. «La gara con Bologna ci deve insegnare che nelle giornate in cui abbiamo cattive percentuali di tiro, dobbiamo avere la pazienza di mantenere il piano partita. Non affrettare conclusioni ma avere più fiducia nelle nostre soluzioni offensive di gioco. Andando a cercare la seconda e terza opzione, costringendo l'avversario a difendere. In vista anche dei play off dove andremo a trovare un basket molto fisico». Appunti anche su Udine. «Loro hanno perso per infortunio due tiratori come Benevelli e Pinton, e quindi hanno minore capacità di allargare il campo. Udine resta molto legata agli “uno contro uno“ che potranno produrre Raspino, Dykes e Bushati. Rispetto all'andata noi abbiamo in più Poletti. Presenza, quella di Mitch, che ci permetterà di pareggiare la fisicità dei loro lunghi (Mortellaro e Pellegrini) sotto canestro». Il piano partita è chiaro. «Udine accentuerà molto la difesa sui pick and roll. Dovremo essere noi a migliorare le percentuali e non affrettare i tiri. Il test ci serve per capire quanto siamo solidi dal punto di vista mentale per poter andare a giocare i play off anche da protagonisti. Il problema è rimanere nella partita e concentrati sui noi stessi». •

Simone Antolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
95
Napoli
91
Roma
77
Lazio
72
Inter
72
Milan
64
Atalanta
60
Fiorentina
57
Torino
54
Sampdoria
54
Sassuolo
43
Genoa
41
Udinese
40
Chievoverona
40
Bologna
39
Cagliari
39
Spal
38
Crotone
35
Hellas Verona
25
Benevento
21
Cagliari - Atalanta
1-0
Chievoverona - Benevento
1-0
Genoa - Torino
1-2
Juventus - Hellas Verona
2-1
Lazio - Inter
2-3
Milan - Fiorentina
5-1
Napoli - Crotone
2-1
Sassuolo - Roma
0-1
Spal - Sampdoria
3-1
Udinese - Bologna
1-0