Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 dicembre 2018

Sport

Chiudi

25.02.2018

Testa, ritmo e «garra» Tezenis, batti Treviso

Andrea Amato attacca, Omar Dieng a supporto nel derby dell’andata al PalaVerde FOTOEXPRESS
Andrea Amato attacca, Omar Dieng a supporto nel derby dell’andata al PalaVerde FOTOEXPRESS

Ritmo, testa, garra. Solo così la Tezenis può prendersi il derby con Treviso. O almeno: solo così Verona può provare a togliere velocità alla lanciatissima berlina di coach Stefano Pillastrini. La De’ Longhi vive uno stato di grazia. Nove vittorie di fila. Il Paradiso nel mirino. Le difficoltà di inizio stagione sembrano ormai un ricordo. Roster di primo livello. Tantissima qualità e rotazioni profonde. Contro Trieste è arrivata l'ennesima prova di forza della De’ Longhi. Che oggi ha in Swann spietato terminale offensivo. Capace, contro l'Alma, di mettere nel cesto otto triple su due i tentativi. La Scaligera sa già tutto. E sa anche di dover pescare oggi dal profondo dell’anima la prestazione quasi perfetta. Concetti banali, magari. Ma che costituiscono la base di partenza per qualsiasi successo sportivo. E allora si torna alla riflessione iniziale. Con ingredienti obbligatori per rendere la serata del Forum speciale: ritmo, testa, garra. Da prendere insieme. Da mescolare con calma. Fino ad arrivare alla fusione perfetta. Per provare a reglarsi un altro grande colpo. RITMO. Necessario per togliere energia, fiaccare, annebbiare il gioco di Treviso. Squadra esperta, capace di trovare mille soluzioni di campo. Baciate da pennellate di talento. Verona che dà campo aperto, che non riempie l'area, che non presidia il perimetro e lascia troppa luce agli avversari, è destinata a finire nell'Ade. Viaggio nella terra delle ombre. Da evitare da subito. TESTA. Pure questa fondamentale. Per restare in contatto con il senso della partita. Per annusare la partita. Per restare dentro la partita. Per modulare tempi di gioco, per cancellare frenesie e ansie. Per ammorbidire la tensione. E pure per restare sempre addosso a Treviso. Pensieri veloci che trovano poi traduzione sui giochi di campo. Testa vuol dire anche lucidità e pazienza di capire cosa, in quel momento, impone la gara. Evitando, magari, di farsi travolgere dagli eventi. Perché la partita, subito o durante, presenterà le sue salite. Con discese. A volte liberatorie, a volte rovinose. GARRA. Quella che vuole Dalmonte. Rabbia positiva. Un’onda umana che arriva e travolge tutto. Treviso va affrontato, per forza di cose, proprio così. Senza mai far trasparire paura, timore. Questo, almeno, dovrebbe essere il piano perfetto. INFORTUNIO. Non potrà essere della partita Riccardo Visconti. L'ala reyerina, infatti, è costretta a rimanere ai box. Visconti ha subìto un trauma con sub lussazione alla spalla sinistra. E adesso Riccardo, seguito dallo staff sanitario della società, dovrà osservare alcuni giorni di riposo e le sue condizioni saranno rivalutate nel corso della nuova settimana per stabilire con precisione i tempi di recupero. Nella rifinitura di ieri si è fermato precauzionalmente Udom per un problema al ginocchio sinistro. Ma la sua presenza oggi contro Treviso non dovrebbe essere in discussione. FEBBRAIO. Con la partita di oggi chiude anche il mese terribile della Tezenis. Febbraio ha riservato esclusivamente esami tostissimi per i ragazzi di Dalmonte. Finora la bilancia presenta perfetto equilibrio. Due gare vinte contro Montegranaro e Mantova e due ko con Fortitudo e Udine. La partita di oggi è destinata a rompere l’equilibrio. Poi la sosta. •

Simone Antolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
46
Napoli
38
Inter
32
Milan
26
Lazio
25
Roma
24
Sassuolo
24
Sampdoria
23
Fiorentina
22
Torino
22
Atalanta
21
Parma
21
Cagliari
17
Empoli
16
Spal
16
Genoa
16
Udinese
13
Bologna
11
Frosinone
8
Chievoverona
4
Atalanta - Lazio
Bologna - Milan
Cagliari - Napoli
0-1
Fiorentina - Empoli
3-1
Frosinone - Sassuolo
0-2
Inter - Udinese
1-0
Roma - Genoa
3-2
Sampdoria - Parma
2-0
Spal - Chievoverona
0-0
Torino - Juventus
0-1