Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 aprile 2018

Sport

Chiudi

23.12.2017

Restyling Agribertocchi Sollazzo è il vero leader

Jones e Tourè nell’amichevole di quest’estate
Jones e Tourè nell’amichevole di quest’estate

Anna Perlini Il pericolo è presumere. Aver battuto Trieste (dopo il successo con Ferrara) non rende più facile il cammino della Tezenis, nonostante Orzinuovi avversario della tredicesima giornata, sia terzultimo del girone Est. La neopromossa e bandiera cestistica di un piccolo centro del bresciano di dodicimila anime ha il fattore campo dalla sua e al Pala San Filippo sono cadute Roseto Sharks, Forlì, e Bergamo. Nel punto più alto dei suoi 53 anni di vita, la società orceanese targata Agribertocchi vuole tenersi la categoria sfruttando l’entusiasmo della stagione passata raggiunta con play off perfetti; ai risultati stentati ha replicato inserendo in corso d’opera due nuovi stranieri. Confermati Tourè, Ruggiero, Scanzi, Valenti e Zambon, nelle ultime cinque giornata sono stati inseriti il play guardia italo americano Anthony Raffa (da Virtus Roma) 23 punti di media, e l’ala lettone Arturs Strautins (da Capo D'Orlando) che ne segna 16: l’anima e il corpo della squadra di coach Alessandro Crotti, a cui mancano i muscoli di Valenti, in convalescenza. Squadra ridisegnata quindi per coach Crotti, sarà il gioco degli esterni a dire la propria, con il pericolo Adam Sollazzo, giocatore che può coprire più ruoli, subisce falli ed è atletico, sa incunearsi nell’area. Verona ha conosciuto l’italo argentino Ghersetti che vestì la maglia gialloblù cinque stagioni fa e con i suoi 36 anni garantisce esperienza (8 punti di media), ma la squadra di Dalmonte dovrà avere un occhio di riguardo a Scanzi, specializzato nel tiro dalla lunga. Davide Zambon alla soglia dei 40 anni fa da chioccia (2.5 pp), Tourè era considerato un prospetto (6 pp.), fermato da un infortunio è stato protagonista lo scorso anno. Chiudono il roster la guardia Ruggiero e il play Antelli uscito dalle giovanili Reyer. Il 99-85 incassato a Jesi è stato criticato dallo staff tecnico e dirigenziale, per cui Orzinuovi ha fame di vittorie dopo esser stata pungolata da coach e dal direttore sportivo Muzio, ma la pressione pesa più sui gialloblù per i quali il terzo successo consecutivo aprirebbe orizzonti più limpidi. Attendendo i rinforzi. Il Pala San Filippo diventa così fortino da espugnare.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
85
Napoli
81
Lazio
64
Roma
64
Inter
63
Milan
54
Atalanta
52
Fiorentina
51
Sampdoria
51
Torino
47
Bologna
38
Genoa
38
Sassuolo
34
Udinese
33
Cagliari
32
Chievoverona
31
Spal
29
Crotone
28
Hellas Verona
25
Benevento
14
Benevento - Atalanta
0-3
Crotone - Juventus
1-1
Fiorentina - Lazio
3-4
Hellas Verona - Sassuolo
0-1
Inter - Cagliari
4-0
Napoli - Udinese
4-2
Roma - Genoa
2-1
Sampdoria - Bologna
1-0
Spal - Chievoverona
0-0
Torino - Milan
1-1