Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 settembre 2018

Sport

Chiudi

23.08.2018

«La mia nuova Tezenis è pantera nella savana Pronti a cambiar pelle»

Nuova stagione, nuova Tezenis. Prima foto di rito all’Agsm Forum FOTOSERVIZIO EXPRESSGianluigi Pedrollo, subito in forma nel giorno del raduno
Nuova stagione, nuova Tezenis. Prima foto di rito all’Agsm Forum FOTOSERVIZIO EXPRESSGianluigi Pedrollo, subito in forma nel giorno del raduno

Leone o gazzella. La savana aspetta di scegliere prede e cacciatori. Luca Dalmonte ha già deciso. «Dovremo essere pantere. Affascinanti e affamate». Perché il torneo di A2 è savana cattiva. Sole che picchia forte, i nemici in agguato, la gola che brucia quando la ricerca di uno specchio d’acqua crea miraggi. «Ma poi» spiega ancora il coach «dovremo pure trovare il camaleonte come compagno di viaggio». Cambiare pelle per confondere e sfinire l’avversario. Contemplativo Dalmonte nel giorno del primo passo al Forum della Tezenis. Il raduno fissato alle 15. Più di trecento tifosi sugli spalti a regalare applausi curiosi. Tante facce nuove in mezzo a guerrieri antichi. Sono rimasti Amato, Udom, Ikangi, Dieng, Maganza (sulla via del recupero e ieri assente come Oboe). Arrivano Candussi, Severini, Maspero, Quarisa e i due americani: Ferguson ed Henderson. Palleggio, arresto e tiro a stelle e strisce. Sorrisi. In grande forma il presidente Gianluigi Pedrollo. «Alziamo l’asticella» ricorda «ma aspetto di avere grande sostegno dai nostri tifosi. Il viaggio non è in solitaria». No, si viaggia insieme. Il patron ricorda «l’impegno della società per costruire qualcosa di importante. Ma il mio pensiero va oltre quello che è stato definito “progetto triennale“. Le incognite non mancano mai. Dovremo tenere conto anche di questo. La squadra? Imparo a conoscerla, la voglio veder giocare, poi vi dirò». C’è pure Giorgio Pedrollo, in abito casual quasi total black. Scarpa lunare bianca. Senza lacci. Pronto a fare follie in caso di promozione? «Follie? Sono figlie del momento. Non si programmano. Noi, invece, abbiamo cercato di costruire il nostro sogno». Viaggio olimpico da medaglia. La Tezenis, oggi, è oro, argento o bronzo? «La Tezenis viaggia con le prime. Il gruppo è ben assortito: Bologna, Treviso, Udine, Forli e pure Montegranaro. Vogliamo esserci anche noi». Il general manager Daniele Della Fiori non ama il barocco. Essenziale nei principi quasi dogmatici. «Il mercato? Presenta sempre grandi difficoltà. Le solite. Ma noi avevamo nomi, idee e obiettivi. Tutti centrati. Oggi parlare di favorite e outsider lascia il tempo che trova. Amo la concretezza. Pure la proprietà. I successi non sono mai casuali ma frutto di un duro lavoro di sistema. Partiamo». Partiti, dunque. Il primo ad arrivare al palazzo è Giovanni Severini. In anticipo di qualche minuto sulla tabella di marcia. Amato, ancora in abiti da free time, assaggia il parquet del palazzo prima di infilarsi negli spogliatoi. Escono tutti. I più attesi, naturalmente, sono Ferguson e Henderson. Per ammirarli all’opera ci vorrà ancora qualche giorno. La prima uscita ufficiale è in programma il 1 settembre a Piacenza, contro la Bakery. Foto di rito: squadra, staff, dirigenti. Si suda. Stretching, lavoro da palestra, primo contatto. La tribuna dietro le panchine si riempie piano. Ma alla fine la curiosità cresce. E la Verona che tifa Tezenis consegna le sue prime carezze. Alle 15.53 il primo cerchio magico della stagione. Dalmonte riunisce squadra e staff intorno al cntro del campo. Assaggi di una stagione che non ha ancora mostrato i suoi lati migliori. Prime parole. La parola magica è sempre quella: empatia. E Dalmonte rivela: «Iniziamo proprio da lì dov’era finita. C’è Bologna alla prima. Volevamo Bologna alla prima dopo che la nostra corsa play off si era chiusa proprio contro di loro al Forum. Sarà bello, sarà affascinante, è il modo migliore per iniziare». Il cerchio si stringe. Tutti tendono la mano per il rito di comunione e l’urlo di battaglia che non fa uso eccessivo di decibel: uno, due, tre, Verona. •

Simone Antolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
12
Spal
9
Napoli
9
Sampdoria
7
Fiorentina
7
Sassuolo
7
Genoa
6
Lazio
6
Roma
5
Torino
5
Udinese
5
Cagliari
5
Atalanta
4
Inter
4
Milan
4
Empoli
4
Parma
4
Bologna
1
Frosinone
1
Chievoverona
-1
Cagliari - Milan
1-1
Empoli - Lazio
0-1
Frosinone - Sampdoria
0-5
Genoa - Bologna
1-0
Inter - Parma
0-1
Juventus - Sassuolo
2-1
Napoli - Fiorentina
1-0
Roma - Chievoverona
2-2
Spal - Atalanta
2-0
Udinese - Torino
1-1