Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 settembre 2018

Sport

Chiudi

27.07.2018

Jazz e Rondo, l’estate speciale di Ferguson

Rajon Rondo, il coach Dayvon Sloan e Jazzmarr Ferguson
Rajon Rondo, il coach Dayvon Sloan e Jazzmarr Ferguson

Summer is magic. L’estate è magica. Ma anche piena di lavoro. Jazz Ferguson, nuovo colpo della Tezenis, non ha mai messo da parte la palla a spicchi. Sudore e allenamento per il play guardia di Verona. Con un compagnia speciale: Rajon Rondo, amico di Jazz, nuovo play dei Los Angeles Lakers. Una vita in Nba, e pure un “anello“ conquistato con la maglia dei Boston Celtics nel 2008. Rondo quest’anno condividerà il suo nuovo viaggio californiano con LeBron James, la stella tra le stelle, planata a Los Angeles a fronte di contratto faraonico di 154 milioni. Altri mondi, altro basket. Rondo è alla sua tredicesima stagione in Nba. Il grande salto dal college alla Nba è arrivato con il passaggio dai Kentucky Wildcats ai Celtic. Dopo otto anni e mezzo a Boston, Rondo ha cambiato quattro squadre in quattro anni: Dallas Mavericks, Sacramento Kings, Chicago Bulls e Pelicans New Orleans. E adesso si allena con Ferguson prima di iniziare la nuova avventura al fianco di King James. Ferguson, a quando risale l’amicizia con Rondo? Come vi siete conosciuti? «Siamo amici da circa sei anni. Ho conosciuto Rondo quando andavo alle scuole superiori. Poi, negli anni del college, lui era solito venire da noi durante l’estate e giocare cinque contro cinque con la mia squadra. Il mio migliore amico, Rick Bodiford, ha un ottimo rapporto con lui, sono molto amici da tanti anni. Veniamo tutti dalla stessa città: Louisville, nel Kentucky. L’unico aggettivo che credo possa descrivere perfettamente Rondo è “competitivo“, e direi che si potrebbe benissimo usare anche per me. Tutto quello che facciamo è competizione. Senza esagerare, è davvero una delle persone più intelligenti che io conosca». Parlando dell’NBA, quali sono i tre migliori giocatori nel suo ruolo? «Senza dubbio Steph Curry, Kyrie Irving e Russel Westbrook». A chi si sente più vicino nell’interpretare il ruolo di play guardia? «Penso che il mio modo di giocare possa essere definito entusiasmante. Probabilmente si avvicina molto a quello di Lilliard. Senza le doti atletiche (ride, ndr). In realtà non c’è nessuno a cui io guardi come modello. Cerco solo di lavorare al massimo sul mio modo di interpretare il basket, per migliorare le mie capacità e le mie abilità. E rimanere in forma». Secondo lei, l’arrivo di Lebron a Los Angeles come sposta gli equilibri? «Quando il più grande giocatore che sia mai esistito cambia sia squadra, sia Conference, è un bel problema. Questo vuol dire che a Los Angeles è tornato lo spettacolo. La Western Conference da adesso sarà ancora più competitiva». Chi vincerà l’NBA l’anno prossimo? Se Golden State rimarrà in salute, nessun’altra squadra credo potrà mai esprimersi ai livelli visti nei play off. Anche se io spero vincano i Lakers». Quale squadra ha fatto il miglior acquisto in NBA? «Senza dubbio Los Angeles. In A2, naturalmente Verona… (ride, ndr)» Per quale squadra tifa? Perché? «Per i Lakers. Quando hai amici che giocano a questo livello, è normale fare il tifo per la loro squadra. Pure Rondo guarda le nostre partite in streaming in Italia». •

Simone Antolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
15
Napoli
12
Fiorentina
10
Sassuolo
10
Lazio
9
Spal
9
Udinese
8
Sampdoria
7
Inter
7
Parma
7
Genoa
6
Atalanta
5
Milan
5
Roma
5
Torino
5
Cagliari
5
Empoli
4
Bologna
4
Frosinone
1
Chievoverona
-1
Bologna - Roma
2-0
Chievoverona - Udinese
0-2
Fiorentina - Spal
3-0
Frosinone - Juventus
0-2
Lazio - Genoa
4-1
Milan - Atalanta
2-2
Parma - Cagliari
2-0
Sampdoria - Inter
0-1
Sassuolo - Empoli
3-1
Torino - Napoli
1-3