Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 giugno 2018

Sport

Chiudi

16.02.2018

Festa Tezenis e Dieng vola negli States

Omar Dieng, classe 2000, scommessa per il futuro della Scaligera Basket FOTOEXPRESS
Omar Dieng, classe 2000, scommessa per il futuro della Scaligera Basket FOTOEXPRESS

Il futuro fa rumore in casa Tezenis. Squilli di trombe e campane a festa che lasciano agli uditori l’eco di un suono di ottoni, che fa più o meno così: Dieng, Dieng, Dieng. Dai, si può pure esagerare, usando il cognome del giovane Omar per costruire, con un po’ di fantasia, la storia di oggi. Che arriva da un comunicato. Che parte, però, da lontano. E che conferma che Omar Dieng, uno dei prospetti più interessanti tra le promesse del basket italiano, pare destinato a lasciare il segno. LA SCELTA. C’è grande soddisfazione in casa Scaligera Basket per la convocazione proprio di Dieng al Basketball Without Borders Global Camp, che si svolgerà a Los Angeles tra oggi e domenica. L’ala della Tezenis Verona è l’unico giocatore italiano convocato nella selezione maschile per la quarta edizione della tre giorni americana, che coinvolgerà giocatori e giocatrici di 36 paesi. Per Dieng sarà una grande opportunità per confrontarsi con i talenti del basket giovanile provenienti da tutto il mondo, e allenarsi agli ordini di giocatori e di ex giocatori e giocatrici dell’NBA e WNBA (fra cui il cinque volte NBA All-Star Al Horford, l’NBA All-Star 2018 Goran Dragic, Domantas Sabonis, Timofey Mozgov e Sam Dekker). CONFERMA. L’atleta della Tezenis Verona aveva già partecipato nell’agosto del 2017 alla sedicesima edizione del Basketball without Borders Europe, conquistando il titolo di MVP del Camp. Per Omar, una conferma della sua crescita. E dell’attenzione che viene riposta nei suoi cofronti PROIEZIONE. La Scaligera Basket ha riposto su di lui grandi speranze. Battendo, nell’acquisizione del giocatore, la concorrenza di club basonati, e consegnando Omar alle cure di coach Marcelletti. Un guru per il giovane Omar. L’obiettivo è quello di poter inserire quanto prima (ragionevolmente già la prossima stagione) Dieng nelle rotazioni della prima squadra nel ruolo di ala piccola. CAPOLAVORO. E sottolineatura a parte merita il capolavoro proprio di Franco Marcelletti che alla guida dell’Under 18 ha staccato il passo perla fase successiva. «Sono state le partite a unire i ragazzi» racconta il coach, «pochi gli allenamenti tutti insieme (Dieng volato a Los Angeles per il Basketball Without Borders, Oboe e Guglielmi sempre in prima squadra), tanti quelli che sono serviti a far crescere tecnicamente il gruppo dei 2001. Quando Pedrollo mi propose il settore giovanile fui felice di tornare alle origini di Caserta. Non facciamo paragoni, i ragazzi sono cambiati, io con loro, il basket con tutti. Però le famiglie, tutte veronesi grazie alla collaborazione delle società scaligere, hanno compreso che in palestra ci si va seriamente: qualche allenamento in più, rispetto degli orari, professionalità. Sono cresciuti in molti vicino a Dieng, Oboe e Guglielmi, ora pensiamo a alle sfide con Trieste, Corno di Rosazzo, Orobica Bergamo e Legnano» Solo le migliori accederanno all’interzona. E fra i gialloblù, chi sono stati i migliori? «Parlano le pagelle scolastiche che i ragazzi ci stanno consegnando, la scuola è importante, lo sport aiuta migliorare la concentrazione, lacuna per molti oggi. I miglior verranno premiati con un paio di scarpe, da basket logicamente». La Verona del domani parte da qui. Come fa la campana? Dieng. •

Simone Antolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
95
Napoli
91
Roma
77
Lazio
72
Inter
72
Milan
64
Atalanta
60
Fiorentina
57
Torino
54
Sampdoria
54
Sassuolo
43
Genoa
41
Udinese
40
Chievoverona
40
Bologna
39
Cagliari
39
Spal
38
Crotone
35
Hellas Verona
25
Benevento
21
Cagliari - Atalanta
1-0
Chievoverona - Benevento
1-0
Genoa - Torino
1-2
Juventus - Hellas Verona
2-1
Lazio - Inter
2-3
Milan - Fiorentina
5-1
Napoli - Crotone
2-1
Sassuolo - Roma
0-1
Spal - Sampdoria
3-1
Udinese - Bologna
1-0