Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 giugno 2018

Sport

Chiudi

25.11.2017

Spartan race, Viero c’è
Ora la sfida è mondiale

Patrizio Viero brilla alla Inferno Run: nel 2018 la sfida sarà mondiale
Patrizio Viero brilla alla Inferno Run: nel 2018 la sfida sarà mondiale

Chiuderà il suo 2017 con un piccolo rammarico, già rimpiazzato però dalle emozioni che vivrà nel 2018. Il veronese Patrizio Viero, stimato professionista quasi quarantenne del settore marketing, quest’anno ha dovuto rinunciare per problemi fisici ai mondiali di una delle discipline sportive più emergenti del panorama internazionale, la Spartan Race. In soldoni l’ultima frontiera del salto ad ostacoli, fra fango, sudore e molta fatica. Per lui però non tutto è venuto per nuocere. «Sì, ho avuto più tempo per prepararmi all’Inferno Run, la Spartan Race più famosa d’Italia», racconta. «Una corsa complicata, coi migliori azzurri del settore, nella quale ho colto il bersaglio grosso». Perché, piazzatosi fra i primi venti, si è qualificato per gli Europei olandesi e i Mondiali 2018 in Inghilterra.

«Ho realizzato il mio sogno, sì. Mi innamorai per caso del mondo Spartan Race nel 2014, in Cina, durante uno dei miei viaggi di lavoro. Sulla copertina notai alcune foto che attirarono subito la mia attenzione. Mi informai ed eccomi in breve tempo catapultato in questa dimensione. Un colpo di fulmine, poi coltivato in questi anni».

E Viero oggi è fra gli agonisti italiani più conosciuti.

«Lavoro costantemente per quell’obiettivo. Seguo un metodo molto ferreo per la mia preparazione. In casa mi sono costruito una palestrina per mantenermi allenato. Ci vuole costanza prima di tutto. Quella può fare incredibilmente la differenza. Ho sviluppato da poco questa passione e ho molti margini di crescita. Continuerò a spingere sull’acceleratore».

E in estate sarà fra i migliori azzurri all’Europeo olandese?

«Sono molto soddisfatto della mia rassegna continentale. Va fatto un plauso incredibile all’Italia: eravamo la selezione più numerosa in assoluto. Anche gli organizzatori hanno apprezzato la nostra grande passione. In Italia sta aumentando incredibilmente la passione verso questa disciplina. All’inizio c’era molta diffidenza, ora invece ci sono gruppi sempre più nutriti. E cresciamo sensibilmente anche nei numeri».

A Patrizio Viero il merito di averci creduto fin dagli esordi?

«Ho preceduto le mode ma davvero non merito menzioni speciali. Io sono rimasto affascinato da questa disciplina che aiuta a mettersi alla prova con sé stessi. È un termometro per conoscersi in profondità. Rifarei la stessa scelta mille altre volte».

Quanto le dispiace non aver partecipato ai mondiali canadesi dello scorso ottobre?

«Parecchio. Sarebbe stato meraviglioso. Avevo il pass ma mi hanno fermato problemi fisici. La nostra disciplina è logorante e non posso correre il rischio di gareggiare in condizioni precarie».

Adesso però ha coronato l’obiettivo. In Inghilterra ai mondiali del 2018 ci sara’ anche lei..

«E non vedo l’ora. Ho disputato una magnifica Inferno Run. Sono carico. E adesso mi godrò quella magnifica ciliegina sulla torta del mio primo mondiale». ALE. FAC.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
95
Napoli
91
Roma
77
Lazio
72
Inter
72
Milan
64
Atalanta
60
Fiorentina
57
Torino
54
Sampdoria
54
Sassuolo
43
Genoa
41
Udinese
40
Chievoverona
40
Bologna
39
Cagliari
39
Spal
38
Crotone
35
Hellas Verona
25
Benevento
21
Cagliari - Atalanta
1-0
Chievoverona - Benevento
1-0
Genoa - Torino
1-2
Juventus - Hellas Verona
2-1
Lazio - Inter
2-3
Milan - Fiorentina
5-1
Napoli - Crotone
2-1
Sassuolo - Roma
0-1
Spal - Sampdoria
3-1
Udinese - Bologna
1-0