Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 gennaio 2018

Sport

Chiudi

11.12.2017

Rebellin, 46 anni e ancora tanta voglia di correre

Davide Rebellin
Davide Rebellin

Non si ferma. Davide Rebellin non si pone limiti. «Allenarmi, gareggiare, fare vita regolata continua a divertirmi e, allora, vado avanti», spiega. Non guarda la carta di identità, non sente il peso dei 46 anni compiuti, sente di essere ancora competitivo. I risultati lo testimoniano: quattro vittorie nel 2017, tanto da portare a 69 il numero dei successi in una carriera cominciata, con i professionisti, nel 1992. Non sono al livello delle grandi classiche presenti nel suo albo d’oro (Gp Skandis in Svezia, tappa e classifica del Tour de Baniuwangi in Indonesia e tappa al Tour dell’Iran, ottenuti tutti per distacco), «ma io credo - riferisce Davide - che potrei essere ancora con i migliori nelle grandi corse». «Ovviamente non ho più riscontri in questo genere di gare e, per affrontarle, sarebbe necessario parteciparvi con continuità per raggiungere la condizione migliore, ma mi sento ancora molto bene e in grado di fare bella figura». Chiusa l’esperienza con la kuwaitiana Cartucho.es, Rebellin già nel corso dell’estate aveva espresso il desiderio di poter continuare a correre. Ha cercato, invano, interesse da parte di qualche squadra, anche italiana e ha ceduto volentieri alle lusinghe di Geoffrey Coupé, un ex corridore che gestisce una «squadra Continental belga, ma affiliata in Algeria», la Natura4Ever-Sovac, che da tempo cercava di convincerlo a firmare con lui. «Mi è stato presentato un progetto che considero interessante anche una volta chiuso con l’attività agonistica. È un gruppo che ha voglia di investire, di far crescere i giovani e la squadra». Nel corso del 2017, Rebellin ha corso molto in Asia, «mentre il calendario del 2018 sarà, soprattutto, europeo e africano. Spero che nel programma possa entrare anche qualche corsa italiana», fa sapere l’atleta che, quest’anno, in Italia ha potuto gareggiare solo al campionato italiano dove si è classificato al 10° posto. «La squadra ha buoni corridori. Non li conosco ancora bene, ma alcuni hanno già corso con formazioni World Tour e Professional, per cui spero in qualche invito alle corse italiane. Di sicuro, comunque, mi fa piacere affrontare gare nuove, conoscere nuovi percorsi. In Indonesia, ad esempio, ho trovato manifestazioni organizzate molto bene. Il livello non è quello delle gare europee, ma è, comunque, buono perché sono sempre più gli europei presenti». Per ben figurare, insomma, «bisogna prepararsi al meglio perché le gare sono impegnative. È diverso il modo di correre. Intanto, ci sono solo cinque-sei corridori per squadra per cui non c’è la possibilità di controllare bene la corsa. Bisogna, allora, stare attenti alle fughe oppure fare subito la corsa dura per provocare la selezione». Rebellin va avanti «perché il fisico risponde bene». «Più o meno - spiega - i carichi di lavoro che sostengo in allenamento sono quelli di quando avevo 30 anni. Ho solo alleggerito qualcosa e faccio tempi di recupero più lunghi, ma in sostanza la mia preparazione è sempre quella, così come l’alimentazione». L’esordio nel 2018, intanto, è già fissato: sarà nella breve corsa a tappe che scatterà a Dubai il 24 gennaio. «Poi ci saranno corse in Francia e Belgio. Ovviamente, cercherò percorsi adatti alle mie caratteristiche. Il prossimo 9 agosto avrò 47 anni. Arrivare a 50? Non mi pongo limiti, ma non penso a traguardi o a record. Vivo il ciclismo giorno per giorno. Nella scelta di continuare incideranno anche i risultati. Qualora facessi fatica a tenere le ruote del gruppo, smetterei. Ma, ripeto, finché mi diverto e posso fare ancora risultati, sarò in gara». • R.P.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Napoli
51
Juventus
50
Inter
42
Lazio
40
Roma
39
Sampdoria
30
Atalanta
30
Fiorentina
28
Udinese
28
Torino
28
Milan
28
Bologna
24
Chievoverona
22
Genoa
21
Sassuolo
21
Cagliari
20
Spal
15
Crotone
15
Hellas Verona
13
Benevento
7
Benevento - Sampdoria
3-2
Cagliari - Juventus
0-1
Chievoverona - Udinese
1-1
Fiorentina - Inter
1-1
Genoa - Sassuolo
1-0
Milan - Crotone
1-0
Napoli - Hellas Verona
2-0
Roma - Atalanta
1-2
Spal - Lazio
2-5
Torino - Bologna
3-0