Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 giugno 2018

Sport

Chiudi

09.11.2017

«Neppure una vittoria? Ripartirò a mille»

Andrea Guardini, 28 anni, la prossima stagione ripartirà dalla Bardiani FOTO BI.CI. CAILOTTO
Andrea Guardini, 28 anni, la prossima stagione ripartirà dalla Bardiani FOTO BI.CI. CAILOTTO

«Zero vittorie, è la prima volta che mi succede da quando, a 7 anni, ho cominciato a correre in bicicletta: nella mia indole di vincente fa male non essere riuscito a sbloccarmi. Ho tanto amaro in bocca. Farò il possibile per trasformare la rabbia in energia positiva nel 2018»: Andrea Guardini, 28 anni, dopo 39 vittorie tra i «prof», alla settima stagione non esulta. E non si nasconde: «C’è poco da dire. Di sicuro voglio chiudere quella che considero una parentesi ripartendo al meglio nel 2018. I motivi? Risalgono ad una serie di fattori».

Quali?

«Mai sono riuscito a trovare un buon colpo di pedale. Ho corso tanto a inizio stagione, poco nella seconda, complice l’infortunio alle Hammers Series. Ho chiuso l’anno con 55 giorni di corsa quando, solitamente, arrivavo tra i 70 e gli 80 giorni di gara».

Ha commesso degli errori?

«Sicuramente in fase di preparazione e come approccio alle prime corse. Ho parlato da subito con la mia nuova squadra, la Bardiani, per fare una preparazione come si deve per il 2018. Intendo, con questo, farla il più possibile al caldo, cosa che non ho fatto l’inverno scorso, soprattutto in dicembre e gennaio. Ho ricevuto risposte rassicuranti in tal senso dalla Bardiani».

Quando comincerà a correre?

«In febbraio, a Dubai e Abu Dhabi».

Un mese dopo rispetto al 2017.

«Avrei evitato volentieri di andare al Saint Luis in Argentina nel gennaio scorso. Preparare una nuova stagione in novembre e dicembre e metà gennaio è poco per essere competitivi da subito, mentre con 20 giorni di lavoro in più, si possono fare quei lavori che mi sono mancati e arrivare bene e già pronto alle prime corse. Ho verificato che ogni giorno di gennaio conta, è in quel periodo, soprattutto, che non si deve saltare alcun giorno di allenamento. Così, andrò in Gran Canaria per allenarmi».

Aveva un altro anno di contratto con la Uae, ma a metà stagione ha deciso di cambiare.

«È stata una conseguenza dell’andamento dell’anno e una scelta che mi dà motivi in più e nuovi stimoli per avere un calendario come si deve. Quest’anno, non è stato possibile fare un calendario continuativo, correvo e mi fermavo due settimane, correvo ed ecco altri dieci giorni di sosta e così via. Era veramente difficile trovare il giusto colpo di pedale. Ho fatto tanti allenamenti e pochi risultati e, soprattutto nella seconda parte della stagione, se non si corre tanto è difficile tenere i ritmi del gruppo».

Contava molto, per rompere il digiuno, sul Tour de Guangxhi...

«Dove ho colto un quarto, un sesto e un ottavo posto. Non ho vinto ma ho concluso la corsa in buone condizioni. Mi giocavo la vittoria contro fior di velocisti. Anche a fine stagione una corsa World Tour è appetibile a tanti. Ormai il calendario è talmente vario che un Caleb Ewan, ad esempio, non era in condizione perché quella corsa era, per lui, la prima in preparazione al 2018. La cosa bella di questa corsa in Cina è che ne sono uscito con buone sensazioni: significa aver lavorato bene, al di là dei risultati».

Il pensiero è, ora, tutto rivolto al 2018.

«So che questo 2017 non rispecchia la mia potenzialità. Importante sarà dimostrare, sin dall’inizio della nuova stagione, che si è trattato solo di una brutta parentesi».

Renzo Puliero
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
95
Napoli
91
Roma
77
Lazio
72
Inter
72
Milan
64
Atalanta
60
Fiorentina
57
Torino
54
Sampdoria
54
Sassuolo
43
Genoa
41
Udinese
40
Chievoverona
40
Bologna
39
Cagliari
39
Spal
38
Crotone
35
Hellas Verona
25
Benevento
21
Cagliari - Atalanta
1-0
Chievoverona - Benevento
1-0
Genoa - Torino
1-2
Juventus - Hellas Verona
2-1
Lazio - Inter
2-3
Milan - Fiorentina
5-1
Napoli - Crotone
2-1
Sassuolo - Roma
0-1
Spal - Sampdoria
3-1
Udinese - Bologna
1-0