Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
20 settembre 2018

Sport

Chiudi

01.08.2017

Alta fedeltà Domenichini
Prossimi i 43 anni in Figc

Alfredo Domenichini
Alfredo Domenichini

L’architetto resta in Figc. Non si chiude il percorso di Alfredo Domenichini con la Figc, che con la prossima stagione andrà a festeggiare 43 anni di servizio effettivo e continuativo. Prosegue spedito nel suo incarico in cui giocano un ruolo importante la corda metrica, l’altezza delle porte e la sicurezza. Tanto abile nella vita professionale a riempire e impreziosire spazi, valorizzare aree abitative; altrettanto attento e preciso in quelle in cui sopra danza un pallone, i campi a 11 e a 5 giocatori.

Qui c’è poco spazio per sciogliere la genialità o la fantasia o la sperimentazione di nuove prospettive. Si lavora con il regolamento Figc nazionale in mano e la fedele corda metrica nel borsone.

Alternative non ne esistono, le misure dei campi devono essere quelle richieste seppur c’è sempre una scappatoia chiamata misura di tolleranza.

È Alfredo Domenichini che ha questo preciso compito , spetta a lui dare il parere finale sull’omologazione o no di un campo sportivo. O segnalare l’intervento per renderlo tale.

Un ruolo non certo facile perché deve fare sempre i conti con il regolamento peraltro molto fiscale ,con la realtà variegata dei campi sparsi per il Veronese.

Strutture che variano da quelle di recente costruzione o da poco ristrutturate a quelle che andrebbero rifatte completamente. A volte ci si mettono di mezzo anche i dirigenti delle società. «Con loro», precisa Domenichini, «cerco sempre il dialogo e a loro ricordo quanto sia importante la sicurezza per chi usa il campo di calcio. Spesso per guadagnare metri di gioco si cerca di restringere il campo di destinazione, cioè quelle fasce di terreno che separano le linee laterali dell’area di gioco con il recinto del campo. Per regolamento», precisa Domenichini, «deve essere di almeno un metro e mezzo».

Non solo episodi del genere ma anche parecchie soddisfazioni per questo rigido collaudatore.

Arrivano dall’interessamento di alcuni tecnici, geometri, ingegneri, assessori comunali che in fase di progettazione gli chiedono consigli e pareri per ottenere campi rispettosi delle norme e sicuramente omologabili. E di campi sportivi Domenichini ne ha visti e calpestati, quasi tutti i 560 esistenti nella provincia di Verona divisi tra calcio dilettante a 11, settore giovanile, calcio femminile e calcio a 5, collaudati e catalogati secondo codice di riferimento, elemento indispensabile per l’iscrizione ai vari campionati Figc.

E per lui proprio la Figc è una seconda casa: qui è entrato nel 1973 quando la sede si trovava al vecchio stadio Bentegodi e il papà Igino era presidente. Il suo primo incarico fu di occuparsi di fascicolare il comunicato ufficiale stampato con il ciclostile, imbustarlo per la spedizione.

Nel 1974 la svolta professionale, grazie alla laurea in architettura arriva l’incaricato di visionare gli impianti sportivi della provincia di Verona. In lungo per la nostra provincia, da San Giovanni Ilarione fino a Bevilacqua, da Brenzone a Castagnaro. In questo lungo tragitto Domenichini ricorda che il suo primo sopralluogo fu fatto all’impianto di Villafranca con l’architetto Braggio. Il primo di una lunga serie.

Renzo Cappelletti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
12
Spal
9
Napoli
9
Sampdoria
7
Fiorentina
7
Sassuolo
7
Genoa
6
Lazio
6
Roma
5
Torino
5
Udinese
5
Cagliari
5
Atalanta
4
Inter
4
Milan
4
Empoli
4
Parma
4
Bologna
1
Frosinone
1
Chievoverona
-1
Cagliari - Milan
1-1
Empoli - Lazio
0-1
Frosinone - Sampdoria
0-5
Genoa - Bologna
1-0
Inter - Parma
0-1
Juventus - Sassuolo
2-1
Napoli - Fiorentina
1-0
Roma - Chievoverona
2-2
Spal - Atalanta
2-0
Udinese - Torino
1-1