Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
16 gennaio 2018

Rio 2016

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Sport

07.08.2016

Nibali è un leone sfortunato
Si sgretola il sogno azzurro

Il belga Van Avermaet ha vinto la prova in linea di ciclismo
Il belga Van Avermaet ha vinto la prova in linea di ciclismo

Il sogno si ferma nell’ultima discesa. Vincenzo Nibali accarezza la speranza di regalare all’Italia una medaglia, magari anche d’oro visto che era davanti a tutti quando è caduto lasciando sull’asfalto di Rio tutte le illusioni di salire sul podio rompendosi anche la clavicola.

La vittoria nella prova d ciclismo su strada è andata invece al Belgio con Greg Van Avermaet. Alle spalle del belga, al termine di una gara spettacolare e disseminata di cadute anche eccellenti, il danese Jakob Fuglsang (argento) e il polacco Rafal Majka (bronzo), autore di una fuga durata sino a due chilometri dalla fine. Sfortunatissima la squadra azzurra, in testa per gran parte della gara, quando a 11 chilometri dal traguardo Nibali insieme ad Henao cade rovinosamente facendo svanire così i sogni di una medaglia per lui e per l’Italia. Fabio Aru invece è arrivato sesto al traguardo. Dopo la caduta di Nibali, Rafal Majka va in testa ma a 1,5 chilometri dall’arrivo viene ripreso da Van Avermaet e Fuglsang, poi il belga sprinta nel momento buono e arriva a braccia alzate sotto il traguardo. La gara era entrata nel vivo a 72 chilometri dall’arrivo quando Kochetkov lasciava i compagni di fuga Geschke e Kwiatkowski, mentre il gruppo era tirato dall’Italia.

Il ritmo imposto da Caruso e Rosa fa staccare Gilbert e Boasson Hagen in salita, poi Caruso parte al contrattacco per raggiungere la fuga. Nella discesa del circuito carioca è sempre l’Italia all’attacco con Aru e Nibali che riprendono il gruppo di testa in cui c’è anche Caruso. Ai 21 chilometri Nibali è in testa trascinando un gruppetto formato da altri tre corridori tra cui Van Avermaet mentre si stacca Fabio Aru, fino alla rovinosa caduta che ha spento i sogni olimpici dell’Italia.

Il siciliano è stato portato in ospedale per accertamenti dopo la caduta perdendo il controllo della bicicletta nell’ultima curva della discesa, in cui ha sbattuto a terra la spalla.

Grande amarezza anche per il presidente del Consiglio Matteo Renzi che ha seguito da vicino la prova di ciclismo su strada. «Che peccato per Vincenzo», ha detto il premier senza nascondere la sua grande delusione per la caduta di Vincenzo Nibali, sui cui l’Italia riponeva grandi speranze di medaglie, nel finale del circuito di Rio. Matteo Renzi, dopo aver seguito con trepidazione le fasi conclusive della gara si è informato sulle condizioni del corridore siciliano, confessando il dispiacere per una medaglia sfumata soltanto negli ultimi chilometri dopo una condotta di gara ottimale da parte di tutta la squadra italiana: «Dispiace davvero tanto», ha aggiunto il presidente del Consiglio dal lungomare di Copacabana, «so che ha sbattuto la spalla, speriamo non sia nulla». Invece il siciliano ha riportato la frattura della clavicola, come ammette il ct dell’Italia Davide Cassani. «La prima cosa che mi ha detto è mi dispiace per i ragazzi. Una squadra vera la nostra» va avanti il tecnico dell’Italbici. «Ha corso una gara perfetta, purtroppo è andata male» il commento del ct azzurro, «Vincenzo era sul ciglio della strada in silenzio. Non servivano parole, ci siamo guardati solo un attimo, ma era muto. Non ci siamo detti niente, aveva il morale a pezzi». Il tecnico della nazionale racconta così i momenti successivi alla caduta di Nibali che ha compromesso la possibilità del siciliano di vincere la corsa olimpica. «La delusione è moltiplicata per mille», chiude Cassani, «abbiamo corso la gara perfetta, i ragazzi sono stati tutti straordinari, ma purtroppo una scivolata ha cancellato tutto».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1
Sommario
Tra arte e carnevale
la festa di chiusura
di Rio 2016
Rio 2016, l'Italia
torna a casa
con otto ori
Bolt oro "bis" nei 200
Entra nella leggenda
«Io come Ali e Pelé»
Viviani d'oro a Rio
E Vallese in festa
sfoggia il tricolore
Tiro a volo,
Innocenti
è d'argento


Si ferma all'argento
il sogno
di Nicolai e Lupo
Di Francisca
conquista l'argento
nel fioretto

Phelps leggendario
A 31 anni vince
il ventunesimo oro
Fede: «No ai 100»
E niente finale
anche nella 4x200
Rio, la Pellegrini
agguanta la finale
dei 200 stile libero
Tiro a volo, Pellielo
spareggio d'argento
«A Tokyo riprovo»
Olimpiadi di Rio,
Campriani è oro
nella carabina
La vendetta d'oro
di Garozzo,
fioretto siciliano
Domenica
spaziale
Basile, judo d'oro
«La mia arma?
La sofferenza»
Basile fenomeno del tatami
Italia, è il trionfo numero 200
Tania e Francesca
tuffi d'argento
«Unite siamo forti»
Tania e Francesca, lacrime di gioia
Trampolino d’argento per le azzurre
Longo Borghini, un bronzo pieno di gioia
Pallavolo a Rio
Esordio ok
per gli azzurri
Il sogno di Federica
«Voglio la medaglia
e una foto con Bolt»
Nibali corre
per l’oro, ma
occhio ad Aru
Schwazer, il test
è negativo. Ora dovrà
convincere il Tas
Da Fabio Aru alla
Zublasing. Riflettori
sui sogni azzurri
Scartezzini acciuffa i Giochi
«Grande sorpresa, un sogno»
Scarantino ci crede:
«Tutto può succedere»
Giochi, inno alla vita
con colori e suoni
del Brasile che sogna
Musica, colori, energia
Vanderlei eroe di Rio
Trasher, che urlo:
agli Usa il primo oro
Esulta il Vietnam
Le barche azzurre volano in semifinale
La Fiamingo seconda
ad un soffio dall'oro
Il titolo va alla Szasz
Nibali è un leone sfortunato
Si sgretola il sogno azzurro
Ecco Rossi, Pellielo e Fabrizi
L’Italia mira subito in alto

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Napoli
51
Juventus
50
Inter
42
Lazio
40
Roma
39
Sampdoria
30
Atalanta
30
Fiorentina
28
Udinese
28
Torino
28
Milan
28
Bologna
24
Chievoverona
22
Genoa
21
Sassuolo
21
Cagliari
20
Spal
15
Crotone
15
Hellas Verona
13
Benevento
7
Benevento - Sampdoria
3-2
Cagliari - Juventus
0-1
Chievoverona - Udinese
1-1
Fiorentina - Inter
1-1
Genoa - Sassuolo
1-0
Milan - Crotone
1-0
Napoli - Hellas Verona
2-0
Roma - Atalanta
1-2
Spal - Lazio
2-5
Torino - Bologna
3-0