Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 settembre 2018

Sport

Chiudi

10.08.2012

Nessuno può battere Usain. Noi ci teniamo stretti Donato

«Tutti zitti, il re sono io» sembra dire al mondo Usain Bolt
«Tutti zitti, il re sono io» sembra dire al mondo Usain Bolt

“Bolt, sempre Bolt. Fortissimamente Bolt. Dobbiamo ripeterci, ma è lui il re. Lo ha dimostrato una volta di più. Ed è incredibile pensare che Blake, con i suoi tempi sui 100 e sui 200 sia riuscito a strappare solo due argenti. Ma il suo momento non è ancora venuto. Arriverà. Intanto gli occhi sono tutti per Usain. La partenza è stata buona. Nella parte finale sembrava anche che Blake potesse raggiungerlo. Ma non c'è verso. In questo momento nessuno è più forte di Bolt. La corsa, ancora, una volta, è stata molto emozionante. Il silenzio calato sullo stadio gli istanti prima della partenza ha reso l'attesa magica. Ma queste sono le cose belle dell'Olimpiade. Godiamocele fino in fondo. E Bolt, attesissimo alla vigilia dei Giochi, non ha certo deluso le attese. I Giochi sono più belli grazie anche a lui. Una nota: mi pare che oggi rispetto a Pechino la sua corsa fosse meno fluida. Ma forse sono solo dettagli. Quattro anni fa stava per esplodere il fenomeno. Adesso tutti lo conoscono e da lui si aspettano sempre il massimo. Chiudo: la Giamaica ha portato a casa oro, argento e bronzo. Una tripletta fantastica. Hanno dimostrato di essere i migliori. Nella lista dei tre vincitori c'è il presente e pure il futuro. Attenzione, però, anche all'Italia. Ci siamo esaltati con il salto triplo. Era da Messico '68 che non succedeva. Donato si è preso un bronzo che pesa tantissimo per noi, per l'Italia e pure per il movimento. Per lui, non più giovanissimo, rappresenta l'ideale coronamento di una carriera piena di sacrifici ma anche di soddisfazioni. E c'è un'altra cosa da dire: Greco, finito alle sue spalle, rappresenta il futuro. Anche lui, pur non andando a medaglia, si è reso protagonista di una gara da ricordare. Che fa ben sperare per il domani del movimento azzurro del triplo. Chiudo con il bronzo ottenuto dalla Grimaldi nella dieci chilometri di nuoto. Al di là del risultato sportivo ottenuto, sicuramente apprezzabile, è arrivata pronta la dedica ai terremotati dell'Emilia. Bellissimo gesto da parte della ragazza bolognese. Un modo speciale per tendere una volta di più la mano a chi ha sofferto e sta soffrendo ancora. Speriamo che queste parole, che questa dedica siano servite, se non altro, a regalare un sorriso in più a chi ne ha bisogno. L'Olimpiade, l'ho detto più volte, non dimentica nessuno. Merito dello spirito che governa questi Giochi, ma anche dei grandi protagonisti che hanno reso eccezionale fin qui la competizione. E per fortuna non è ancora finita. E noi avremo ancora il tempo di emozionarci".

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
12
Spal
9
Napoli
9
Sampdoria
7
Fiorentina
7
Sassuolo
7
Genoa
6
Lazio
6
Roma
5
Torino
5
Udinese
5
Cagliari
5
Atalanta
4
Inter
4
Milan
4
Empoli
4
Parma
4
Bologna
1
Frosinone
1
Chievoverona
-1
Cagliari - Milan
1-1
Empoli - Lazio
0-1
Frosinone - Sampdoria
0-5
Genoa - Bologna
1-0
Inter - Parma
0-1
Juventus - Sassuolo
2-1
Napoli - Fiorentina
1-0
Roma - Chievoverona
2-2
Spal - Atalanta
2-0
Udinese - Torino
1-1