20 gennaio 2019

Sport

Chiudi

05.07.2009

La colonia gialloblù in Sardegna


 Gian Marco Remondina
Gian Marco Remondina

In spiaggia sdraiati sul lettino, giornale in mano a leggere questa o quella notizia di mercato. O a passeggio sui lungomare, al telefono con l'agente o col compagno di squadra che gli ha appena raccontato dell'offerta di un'altra società. O davanti al chek-in di un aeroporto, in attesa di un volo per Buenos Aires o San Paolo. Ve li immaginate i calciatori in vacanza? Felici e contenti, proprio mentre Sartori e Bonato decidono del loro futuro. Le mete? Le solite, più o meno.
Qualcuno in vacanza c'è andato anche insieme. Come Domenico Girardi e Christian Conti nell'inflazionata Formentera, dove li ha raggiunti anche Luisito Campisi, che poi però se n'è andato pure dieci giorni a Dubai.
Fra Parigi e Ibiza si è diviso Dario Bergamelli, passato anche da Barcellona dove ha rischiato di incrociare altre due facce conosciute. Perché nella città di Guardiola e Messi sono stati anche Marco Parolo e l'ex Nando Sforzini. Uno per puro divertimento, l'altro da uno specialista per un controllo al ginocchio infortunato. Ordini dell'Udinese.
«Tanto noi calciatori in vacanza ci siamo tutto l'anno», dice candido Sforzini al cellulare col suo accento romanesco. Giusto per restare fra gli attaccanti non si è fatto mancare nulla Christian Tiboni, che ha cominciato la sua estate a Porto Rotondo e l'ha proseguita a Sharm el Sheikh.
La Sardegna come sempre è stata il capolinea di tanti altri giocatori. Compresi quelli del Chievo fra Bogdani, Marcolini, Pellissier e Moro. Da quelle parti anche Bepi Pillon, che lì ha comprato casa, l'allenatore della Primavera Paolo Nicolato e Fabrizio Cammarata.
Pinzi e Malagò alle Maldive si sono idealmente dati il cambio con Alberto Comazzi, partito subito dopo la salvezza dell'Ancona ma sempre sotto contratto con l'Hellas. Bonato lo sa bene.
Tutti i sudamericani sono tornati in patria: Morero e Gomez in Argentina, Granoche in Uruguay, Luciano e Rafael in Brasile. Mario Yepes, appena terminate a giugno le due gare di qualificazione per i mondiali, dalla Colombia è volato direttamente in Messico.
Julien Rantier è in viaggio di nozze a Santo Domingo, dove di certo starà rispettando la tabella che gli ha preparato il dottor Filippini per arrivare il giorno del ritiro nelle migliori condizioni possibili e senza il tormento della pubalgia. Fresco di matrimonio anche Matteo Scapini, che ha preferito il sole della Puglia dove si è fermato pure Marco Piccioni, difensore del Sassuolo che ha approfittato delle due settimane lontano dal calcio anche per una visita a San Giovanni Rotondo da Padre Pio.
Andy Selva, suo compagno di mille battaglie, ha optato per Minorca alla ricerca «solo di tanta tranquillità». C'è sempre l'...Hellas nel suo destinato: in Grecia (Hellas, appunto) è atterrato Diego Caverzan, quest'anno osservatore per Remondina. Un'altra settimana se la prenderà a fine agosto, destinazione Otranto.
C'è pure chi ha scelto di restare a casa sua, chi ha avuto la fortuna di essere cresciuto in un luogo di villeggiatura se lo può permettere. Come Vincenzo Italiano a Ribera, provincia di Agrigento, detta anche la Città delle Arance.
Come Ricky Rickler a Viareggio, Luca Ceccarelli a Massa Carrara o Filippo Pensalfini a Rimini dove è capitato fra gli altri Nico Pulzetti, che l'Hellas aiutò a crescere quando arrivò dal Castelnuovo Garfagnana e che adesso trova di nuovo in serie A col Livorno.
Nicholas Frey si è rifugiato nella sua Nizza col fratello Sebastien. In Costa Azzurra, chissà, magari avrà incrociato ma senza ricooscerlo Angelo Pesciaroli, addetto stampa della Lega Pro che si è concesso dieci giorni di ferie prima del consiglio federale del 14 luglio.
E i mister? Per Mimmo Di Carlo una settimana in Sicilia insieme all'inseparabile Fabio Viviani, nuovo allenatore della Sambonifacese. Per Gian Marco Remondina niente di più che qualche giorno in Versilia.
Dallisola d'Elba è intanto arrivato forte il grido di Manuel Iori, centrocampista del Cittadella disposto «ad arrivare a nuoto a Verona pur di giocare nel Chievo». Chi in serie A ci giocherà anche senza imprese da superman è il compagno di squadra Riccardo Meggiorini, che non è andato al di là di una settimana a Capo Verde prima di tornare a Tarmassia e attendere le notizie dal suo agente Andrea D'Amico: l'attaccante veronese di scuola Inter, dopo l'ottima stagione al Cittadella, è stato ceduto al Genoa ed è in prestito al Bari.
Sartori e Bonato intanto si dividono fra casa, sede e l'Hilton di Milano. Cellulare che scotta e matasse da districare. Altro che Porto Rotondo e Dubai.

Alessandro De Pietro

Alessandro De Pietro
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
53
Napoli
44
Inter
40
Roma
33
Lazio
32
Milan
31
Sampdoria
29
Atalanta
28
Parma
28
Torino
27
Fiorentina
26
Sassuolo
26
Cagliari
20
Genoa
20
Udinese
18
Spal
17
Empoli
16
Bologna
13
Frosinone
10
Chievoverona
8
Cagliari - Empoli
Fiorentina - Sampdoria
Frosinone - Atalanta
Genoa - Milan
Inter - Sassuolo
0-0
Juventus - Chievoverona
Napoli - Lazio
Roma - Torino
3-2
Spal - Bologna
Udinese - Parma
1-2