Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 agosto 2018

Sport

Chiudi

31.01.2018

Una Virtus di rabbia «Rete da annullare Guardiamo avanti»

Marco Burato è stato tra i migliori ad Este
Marco Burato è stato tra i migliori ad Este

Stefano Joppi Alla Virtus, si sa, non piace protestare in campo. E la riprova arriva dagli ottimi piazzamenti nella Coppa Disciplina degli ultimi anni. Di certo però rivedendo al video la rete di Florian, che ha regalato il momentaneo vantaggio dell’Este, si fatica a rimanere in silenzio. Netto il doppio fallo di mano che ha permesso all’attaccante padovano di spingere in rete il pallone e beffare Sibi e N’Zè. «Il fallo era difficile da vedere per il guardialinee. L’arbitro? Non ricordo quale fosse la sua posizione ma è chiaro che l’errore è più che evidente», spiega il direttore generale Diego Campedelli. «A conti fatti il pareggio finale è giusto ma sappiamo tutti che sono gli episodi ad indirizzare una gara. Mi viene quindi da dire che il torto ai danni della Virtus è evidente. Siamo stati costretti ad inseguire l’Este e, dopo aver creato più di un’occasione per passare in vantaggio, sulla prima degli avversari abbiamo subito un gol che era da annullare. Per fortuna il pari di Rossi ha rimesso le cose a posto», conclude Campedelli che si rammarica di più della inopinata sconfitta di due settimane fa a Noale. «Lì abbiamo gettato al vento tre punti d’oro che ora, alla vigilia della sfida con il Campodarsego, pesano non poco». Chi non ha avuto dubbi è il centrocampista Marco Burato, uno tra i migliori dei virtussini. «Ero vicino al palo e oltre a colpire il pallone con la mano Florian ha fatto anche una carica ai danni di Sibi. Purtroppo il giudice di gara ha deciso in maniera diversa. C’è il rammarico per questa situazione anche se poi il pari ci può andare bene contro un avversario di valore. Nella ripresa abbiamo rischiato in contropiede di subire il gol ma era inevitabile lasciare spazi all’Este visto che volevamo a tutti i costi portare a casa il bottino pieno. Adesso però non vale la pena recriminare ma pensare solo al Campodarsego». Sulla stessa lunghezza d’onda anche l’attaccante Massimo Goh. A differenza del cugino Kean, autore di una doppietta a Firenze, il centravanti scuola Juventus è rimasto a bocca asciutta nell’ultimo match. «Teniamoci il punto conquistato e guardiamo avanti alla sfida di domenica al Gavagnin-Nocini contro la capolista. Una partita che può dire davvero molto nella corsa alla Lega Pro», affila le armi il giovane attaccante rossoblù che ha mostrato un discreto affiatamento con Michael De Marchi. «Siamo due giocatori di grande stazza che provano a trovare i giusti automatismi in campo. Partita dopo partita certi meccanismi stanno ingranando». Altro non aggiunge Goh, classe ’99, ad oggi autore di cinque reti in campionato e una in Coppa Italia. Per lui la stagione con la maglia scaligera è l’occasione, dopo la parentesi nella Primavera della Juventus, per capire se possiede i numeri e le qualità per salire nei professionisti. Un viaggio al momento resta più che positivo nonostante la grande concorrenza nel reparto avanzato in casa virtussina. •

Stefano Joppi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
95
Napoli
91
Roma
77
Lazio
72
Inter
72
Milan
64
Atalanta
60
Fiorentina
57
Torino
54
Sampdoria
54
Sassuolo
43
Genoa
41
Udinese
40
Chievoverona
40
Bologna
39
Cagliari
39
Spal
38
Crotone
35
Hellas Verona
25
Benevento
21
Cagliari - Atalanta
1-0
Chievoverona - Benevento
1-0
Genoa - Torino
1-2
Juventus - Hellas Verona
2-1
Lazio - Inter
2-3
Milan - Fiorentina
5-1
Napoli - Crotone
2-1
Sassuolo - Roma
0-1
Spal - Sampdoria
3-1
Udinese - Bologna
1-0