Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
14 dicembre 2018

Sport

Chiudi

24.09.2010

Myrtaj scommette sul Verona: «Due vittorie e ritorna in alto»

Florian Myrtaj con Massimo Ficcadenti ai tempi gialloblù. Qualche mese dopo lasciò l’Hellas FOTO EXPRESS
Florian Myrtaj con Massimo Ficcadenti ai tempi gialloblù. Qualche mese dopo lasciò l’Hellas FOTO EXPRESS

Quarantaquattro presenze e quattordici gol per il Verona. «Il più importante forse me lo sono portato via. E magari sarebbe servito a me e all'Hellas». Florian Myrtaj è tornato a respirare l'aria della sua città dei sogni. Ieri era a Peschiera, al centro di allenamento del Chievo «per salutare alcuni amici». Impossibile non parlare del suo passato. Non ancora remoto. L'attaccante albanese è rimasto al servizio del club Centenario per un anno e mezzo: stagione 2003-2004, inizio della successiva, poi l'addio nel gennaio del 2005, con il passaggio al Catanzaro.
L'Hellas viveva l'era Ficcadenti. Myrtaj, reduce da un campionato che lo aveva visto protagonista con 13 reti all'attivo, stentava a trovare spazio. «E allora - ammette - ho fatto la scelta più sbagliata della mia carriera calcistica: lasciare Verona e il Verona per andare a giocare altrove. Ho avuto fretta. Se potessi rifarei tutto, e resterei. Quel Verona a fine anno sfiorò la serie A. Fossi rimasto, magari avrei contribuito anche con un solo gol alla promozione. Ma non serve a nulla dirlo adesso».
L'ultima presenza con gol in gialloblù di Florian risale al 30 ottobre 2004. Il Verona batte al Bentegodi il Modena tre a zero. E l'albanese mette a segno il suo ultimo sigillo. Poi l'attesa e l'addio. Catanzaro e mille altre squadre. Perugia, Teramo. Arezzo e in ultima il Sorrento.
«Sono rimasto lì per due anni - commenta - e finita la mia avventura, mi sono trovato senza squadra. Questa estate ho ricevuto offerte da club del Sud. Ma non me la sono sentita di lasciare la famiglia e andare da solo. Ormai la nostra base è Modena. Metto davanti a tutti gli affetti e cerco squadra qui al nord».
Florian non ha dimenticato Verona. E non ha esitazioni a scommettere sul gruppo di Giannini. «Sono sicuro, si riprenderanno. Il valore qualitativo della squadra è fuori discussione. E poi avete visto la classifica? Con due vittorie torni davanti. Basta davvero poco, e siamo solo all'inizio». L'analisi gli risulta fin troppo facile. «A livello ambientale il girone nel quale è stato inserito l'Hellas non sembra presentare particolari difficoltà. Insieme a Verona, solo Reggiana e Spezia possono vantare un seguito di tifosi importante. Nel girone B sarebbe stato diverso: più passione negli stadi ma un tasso tecnico inferiore. Certo, non sarà facile imporsi. Ma il Verona resta sempre il Verona».
Poi la storia. La sua storia in gialloblù. Condensata in un gol. «Quello realizzato nel derby contro il Vicenza - ammette -. Penso sia stato il più bello con la maglia del Verona». Il gesto atletico non può essere dimenticato.
Il derby con i biancorossi è datato 29 febbraio 2004. Ricordo triste per l'Hellas che al termine di quella partita soccomberà tre a due. Myrtaj però regalerà con una specie di prodezze la rete dell'illusorio vantaggio: palla difesa, uncinata, protetta. Poi la girata repentina, con sciabolata nel sette. Avramov di sasso, Bentegodi in delirio.
Oggi restano ricordi e consigli per chi veste la sua maglia. «Il passato - chiude Myrtaj - pesa ancora come un macigno su questa squadra. Non tutti hanno dimenticato il mancato salto in serie B della passata stagione. E magari certi ricordi pesano. Ma la storia è destinata a cambiare».

Simone Antolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
43
Napoli
35
Inter
29
Milan
26
Lazio
25
Torino
22
Atalanta
21
Roma
21
Sassuolo
21
Parma
21
Sampdoria
20
Fiorentina
19
Cagliari
17
Empoli
16
Genoa
16
Spal
15
Udinese
13
Bologna
11
Frosinone
8
Chievoverona
3
Cagliari - Roma
2-2
Empoli - Bologna
2-1
Genoa - Spal
1-1
Juventus - Inter
1-0
Lazio - Sampdoria
2-2
Milan - Torino
0-0
Napoli - Frosinone
4-0
Parma - Chievoverona
1-1
Sassuolo - Fiorentina
3-3
Udinese - Atalanta
1-3