Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
13 dicembre 2018

Sport

Chiudi

03.01.2018

Hellas, attento alle tue avversarie Chi ha cambiato ora va più veloce

Beppe Iachini, ha risollevato il SassuoloFabio Pecchia, il suo Verona non riesce a trovare continuitàDiego Lopez, con lui il  Cagliari è uscito dalla zona calda
Beppe Iachini, ha risollevato il SassuoloFabio Pecchia, il suo Verona non riesce a trovare continuitàDiego Lopez, con lui il Cagliari è uscito dalla zona calda

Luca Mazzara I cambi di allenatore nel massimo sembrano rendere, almeno per il momento. È quello che dice la media dei punti conquistati dai nuovi tecnici rispetto a chi aveva iniziato la stagione, con sei dati positivi dopo l’avvicendamento e soltanto una media inferiore a quella fatta registrare da chi aveva guidato la squadra nelle prime giornate della stagione. Mentre i tifosi gialloblù ma anche i dirigenti del Verona si chiedono quale sia la strategia migliore per il futuro, già sette formazioni del massimo campionato hanno deciso di cambiare la guida tecnica. CRISI ROSSONERA. Soltanto nel caso del Milan il nuovo allenatore, Gennaro Gattuso, ha fatto peggio del suo predecessore Vincenzo Montella che aveva conquistato 20 punti in 14 giornate con una media di 1,42, di più rispetto ai 5 punti in 5 partite con “Ringhio“ in panchina, caduto anche al Bentegodi con un 3 a 0 in un match che avrebbe fatto vacillare di nuovo la panchina rossonera e dato nuove illusioni ad un Hellas poi battuto clamorosamente nella gara di Udine. MEDIA RECORD. E il cambio più redditizio è senza dubbio quello della squadra bianconera, che aveva iniziato la stagione dando fiducia a Gigi Delneri dopo il buon campionato scorso, ma i 12 punti in 12 giornate erano stati troppo pochi per soddisfare la dirigenza dell’Udinese. via libera allora a Massimo Oddo, giovane mister in cerca di rilancio dopo l’esperienza negativa con il Pescara nella passata stagione. Mai scelta fu più azzeccata, visto che l’ex terzino dell’Hellas è riuscito a mettere da parte ben 15 punti in 6 gare, con una media pazzesca di 2,5 punti a partita che ha catapultato l’Udinese addirittura al settimo posto della classifica. Da applausi il nuovo corso del Genoa firmato Davide Ballardini, chiamato dal club rossoblù dopo i miseri 6 punti conquistati con il tecnico Ivan Juric nelle prime 12 giornate, per una media ferma allo 0,5 ad incontro: completamente diversa rispetto allo 1,7 di Ballardini, frutto di 12 punti in sole 7 giornate che certificano un cambio di marcia notevole con il Genoa sempre in quintultima posizione con cinque lunghezze di vantaggio sulla terzultima piazza occupata dal Crotone. SEGNALI DI RIPRESA. Anche i calabresi hanno provato dare una svolta alla loro stagione con l’avvicendamento in panchina: le dimissioni di Davide Nicola, il mister della storica promozione e soprattutto del miracolo della salvezza nell’ultimo campionato, hanno fatto spazio a Walter Zenga. L’ex portiere dell’Inter non ha cambiato di molto la situazione, ma di certo una piccola accelerata è riuscito a darla portando la media punti dei calabresi da 0,6 a 0,75 a partita, lasciando il Crotone in terzultima posizione con appena a due lunghezze di vantaggio rispetto a Romulo e compagni. SASSUOLO TUTTO NUOVO. Funziona anche il cambio sulla panchina del Sassuolo, squadra che nella prima parte del torneo sembrava davvero in difficoltà e restava nelle zone pericolose della classifica: fatale a Cristian Bucchi è stata proprio la sconfitta casalinga con il Verona alla quattordicesima giornata, dopo i 14 punti conquistati con l’ex Perugia in panchina. Via libera allora a Giuseppe Iachini, altro ex giocatore gialloblù come Oddo che finora ha messo insieme 7 punti in 5 incontri, con una media nettamente superiore rispetto a quella del collega. Un bel salto in avanti pure per il Cagliari, che dopo l’avvio con Massimo Rastelli in cui aveva racimolato soltanto 6 punti nelle prime 8 giornate, prima della nona ha chiamato in panchina Diego Lopez con cui è riuscito quasi a raddoppiare il bottino, visto che la media punti è passata da 0,75 a 1,27 grazie alla guida dell’ex centrocampista rossoblù. Piccoli passi in avanti quindi, dopo i cambi di allenatore. Almeno fino a questo momento. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
43
Napoli
35
Inter
29
Milan
26
Lazio
25
Torino
22
Atalanta
21
Roma
21
Sassuolo
21
Parma
21
Sampdoria
20
Fiorentina
19
Cagliari
17
Empoli
16
Genoa
16
Spal
15
Udinese
13
Bologna
11
Frosinone
8
Chievoverona
3
Cagliari - Roma
2-2
Empoli - Bologna
2-1
Genoa - Spal
1-1
Juventus - Inter
1-0
Lazio - Sampdoria
2-2
Milan - Torino
0-0
Napoli - Frosinone
4-0
Parma - Chievoverona
1-1
Sassuolo - Fiorentina
3-3
Udinese - Atalanta
1-3