Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
14 dicembre 2018

Sport

Chiudi

26.02.2018

«Gioia infinita, è il giorno più bello Adesso non ci possiamo fermare»

Caracciolo è stato protagonista di una buona prova difensivaPetkovic calcia verso la porta propiziando la seconda rete di ValotiIl colpo di testa vincente di Mattia Valoti FOTOSERVIZIO  EXPRESS
Caracciolo è stato protagonista di una buona prova difensivaPetkovic calcia verso la porta propiziando la seconda rete di ValotiIl colpo di testa vincente di Mattia Valoti FOTOSERVIZIO EXPRESS

Come un film. Disegnato dalle mani sapienti di un regista che regala colpi di scena. Momenti di amarezza e gioie grandi, pause e accelerazioni, errori e tiri decisivi. L’avventura in altalena di Mattia Valoti in Serie A con la maglia del Verona sembra esserci fermata nel punto più alto, quello in cui i bambini salgono altissimi e sembrano controllare tutto quello che c’è attorno. La prima doppietta in A del centrocampista gialloblù ha quel sapore, prima di tornare a terra e capire che di strada ce n’è ancora tanta da fare dopo aver respirato però a pieni polmoni quell’aria buona «Una gioia immensa», il suo sorriso pochi minuti dopo la fine del match con il Torino parla da solo, «è la mia prima doppietta in A ed ha un sapore speciale, perchè è arrivata in un momento complicato per la squadra e soprattutto perchè ci ha aiutato a raccogliere tutti i punti in palio». Due gol o niente, sembra questa la sentenza del centrocampista nato nel 1993. «Anche l’anno scorso la prima volta era stata una doppietta si vede che fatto uno poi arriva anche il secondo». Quinta giornata del campionato di Serie B scorso, a Ferrara contro la Spal, altra candidata alla promozione insieme ai gialloblù: non solo i due gol ma anche l’assist per la terza rete di Pazzini. «Quest’anno ne potevo fare altri», ammette Valoti, ma la doppietta di oggi mi dà tanto morale anche a livello realizzativo». Dopo un periodo complicato, in cui mister Pecchia l’aveva schierato spesso in un centrocampo a due, con compiti parecchio difensivi e lontani da quegli inserimenti offensivi che restano una delle sue caratteristiche migliori. «Sono un giocatore a cui piace inserirsi spesso per cercare la porta avversaria, nelle ultime partite sto giocando a due in una posizione nuova per me, ma penso di poterlo fare, sono sempre a disposizione e questo deve essere lo spirito che ci accompagna sempre, dare tutto e di più ovunque ci metta il mister». L’ottima prestazione del talento cresciuto nel Milan va di pari passo con quella di tutto il Verona. «Siamo entrati in campo con lo spirito giusto dal fischio d’inizio, eravamo sempre lì a lottare su ogni pallone, ed è quello che dovremo fare da qui alla fine». Soltanto un piccolo passaggio a vuoto nella ripresa. «Abbiamo avuto qualche difficoltà dopo il loro gol, anche per la loro bravura, ma poi abbiamo vinto la gara con cuore e determinazione. In realtà il gol loro è stato un po’ casuale, un colpo a livello psicologico ma dopo pochi minuti ci siamo ripresi, con la testa sapevamo che poteva arrivare l’occasione buona, così è stato e l’abbiamo sfruttata». Trovando buona confidenza con Calvano, pure lui protagonista di una giornata speciale con l’esordio dal primo minuto. «È un grande professionista, ha avuto le sue difficoltà ed a reagito alla grande, ma anche Buchel è un buon giocatore e lo stesso Fossati che sta giocando poco sono sicuro che darà una grande mano». Una settimana indimenticabile per Valoti che nei giorni scorsi ha rinnovato fino al 2021 il suo contratto con l’Hellas. «Ci ho creduto fortemente, amo questa città e sto benissimo, è la società che ha creduto più di me, Verona mi sta dando tanto e voglio ripagare la fiducia dando tutto quello che ho per salvare questa squadra». Ora il pensiero va già a Benevento. «Dobbiamo cercare i tre punti ma attenzione, loro stanno bene e non molleranno fino alla fine. Abbiamo ancora due squadre sopra, dobbiamo andare a prenderle». Impossibile non chiudere con una dedica. «Va alla mia famiglia, alla mia ragazza, al mio super fratellino, e a me stesso, ci ho creduto sempre». •

Luca Mazzara
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
43
Napoli
35
Inter
29
Milan
26
Lazio
25
Torino
22
Atalanta
21
Roma
21
Sassuolo
21
Parma
21
Sampdoria
20
Fiorentina
19
Cagliari
17
Empoli
16
Genoa
16
Spal
15
Udinese
13
Bologna
11
Frosinone
8
Chievoverona
3
Cagliari - Roma
2-2
Empoli - Bologna
2-1
Genoa - Spal
1-1
Juventus - Inter
1-0
Lazio - Sampdoria
2-2
Milan - Torino
0-0
Napoli - Frosinone
4-0
Parma - Chievoverona
1-1
Sassuolo - Fiorentina
3-3
Udinese - Atalanta
1-3