Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
13 dicembre 2018

Sport

Chiudi

13.01.2011

Rigore di Miccoli. Il Chievo è fuori, ciao Coppa Italia

 Carlos Eduardo Rincon anticipa il centrocampista rosanero Pajtim Kasami FOTOEXPRESS UDALI
Carlos Eduardo Rincon anticipa il centrocampista rosanero Pajtim Kasami FOTOEXPRESS UDALI

Palermo. Finisce al Barbera di Palermo l'avventura del Chievo in Coppa Italia. Ci tengono di più i rosanero, questo è chiaro. Attraversano un buon momento di forma e viaggiano a ritmo di Champions League in campionato, anche per questo ci sono più di seimila persone allo stadio per una partita che vale la qualificazione ai quarti.
Non regalano nulla Marcolini e compagni che alzano bandiera bianca solo a dieci minuti dal termine.
Pioli e Delio Rossi lasciano in panchina i «pezzi da novanta». Qualcuno ha bisogno di riposare dopo aver tirato la carretta per mesi in campionato, qualche altro deve recuperare da qualche botta di troppo.
E poi questa è l'occasione giusta per vedere all'opera quelli che giocano meno, quelli che devono ritrovare il ritmo partita dopo un infortunio.
Il Chievo propone il modulo di sempre con quattro difensori in linea - Sardo e Jokic sulle fasce, Andreolli e Morero in mezzo - davanti a Squizzi, Guana in regia, Memushaj e Marcolini a sostegno, Bentivoglio alle spalle di Granoche e Moscardelli. Qualche esperimento anche in casa siciliana con Miccoli, Cassani, Liverani e il portiere Sirigu che prendono per mano gente come Ilicic e Kasami, Kurtic e Andelkovic. Le qualità non mancano ma serve un po' di esperienza in più e gli ottavi di Coppa Italia possono diventare una vetrina importante per tutti.
Il Palermo fa la partita, il Chievo si difende con ordine senza grandi affanni, buona l'intesa in mezzo all'area tra Andreolli e Morero, sulla destra Memushaj e Sardo si trovano a meraviglia, Moscardelli e Bentivoglio si fanno apprezzare là davanti.
Proprio Moscardelli, dopo una manciata di minuti, prova a sorprendere Sirigu da fuori, ma il portiere rosanero è bravo a parare a terra. Intorno al 20' il Palermo mette i brividi a Squizzi, prima con Kurtic che non inquadra la porta su assist di Liverani poi con Ilicic che si presenta solo davanti al portiere gialloblù su invito di Miccoli. Squizzi esce bene e mette in angolo.
Alla mezz'ora l'occasione più ghiotta per i padroni di casa, corner di Miccoli, Bovo stacca tutto solo in mezzo all'area, palla sul palo. Cresce il Palermo che si riversa in area avversaria, ci prova con Ilicic, Andreolli respinge, Cassani recupera palla sulla destra e mette in mezzo, girata di Miccoli, ancora Squizzi.
Pronta la replica del Chievo, Bentivoglio per Granoche che entra in area e batte a rete per tre volte ma Sirigu in collaborazione con Bovo ribatte le conclusioni del Diablo.
Il primo tempo si chiude senza reti, all'inizio del secondo il Palermo fa capire immediatamente che vorrebbe chiudere la pratica. «Erroraccio» di Morero al limite, Miccoli controlla, salta un uomo e batte a rete, traversa. Un minuto dopo ci prova pure su punizione: alto di pochissimo.
Al 10' splendido contropiede di Ilicic, palla per Bovo che si libera al limite e fa partire un gran destro. Ancora palo.
Il Chievo vacilla ma stringe i denti e non crolla, cerca di ribattere colpo su colpo.
Gran palla di Bentivoglio per Granoche: Cassani rimedia all'ultimo secondo a due passi da Sirigu.
Al 25' ancora Palermo. Percussione di Kasami che si presenta davanti a Squizzi, botta di destro, palla sul palo.
Al 35' crolla il bunker gialloblù, serve un calcio di rigore al Palermo per battere Squizzi.
Palla di Kasami per Miccoli in area, fallo ingenuo quanto inutile di Rincon appena entrato, De Marco che non vedeva l'ora indica il dischetto.
Il capitano aggiusta il pallone, attende il tuffo del portiere del Chievo e poi trasforma con un destro centrale.
La partita finisce qui, resta appena il tempo per l'ingresso del giovane Kirilov al posto di Bentivoglio ma Cassani e compagni gestiscono la partita fino al novantesimo senza correre rischi.
Adesso si volta pagina, il Chievo resta in Sicilia ma sposta l'obiettivo sul prossimo impegno di campionato, domenica con il Catania.

Luca Mantovani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
43
Napoli
35
Inter
29
Milan
26
Lazio
25
Torino
22
Atalanta
21
Roma
21
Sassuolo
21
Parma
21
Sampdoria
20
Fiorentina
19
Cagliari
17
Empoli
16
Genoa
16
Spal
15
Udinese
13
Bologna
11
Frosinone
8
Chievoverona
3
Cagliari - Roma
2-2
Empoli - Bologna
2-1
Genoa - Spal
1-1
Juventus - Inter
1-0
Lazio - Sampdoria
2-2
Milan - Torino
0-0
Napoli - Frosinone
4-0
Parma - Chievoverona
1-1
Sassuolo - Fiorentina
3-3
Udinese - Atalanta
1-3