Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 ottobre 2018

Sport

Chiudi

05.02.2018

Niente Roma per Verde e altri

Felicioli e Verde due dei non convocati da Pecchia per la Roma
Felicioli e Verde due dei non convocati da Pecchia per la Roma

Il mercato ha lasciato molti strascichi in casa del Verona. Solo in quest’ottica può essere valutata la mancata convocazione di alcuni giocatori che con la Roma avrebbero fatto senza dubbio molto comodo al tecnico Fabio Pecchia. I loro nomi non figuravano nella lista consegnata al modesto Fabbri, arbitro «salvato» soltanto dall’intervento spregiudicato di Pellegrini, perchè altrimenti, pur non alterando il risultato, è sembra molto permissivo con i giganti di Di Francesco e meno con quelli di Pecchia.Ma ecco la lista degli assenti: Fossati, Verde, Heurtaux, Felicioli e Laner. Tutti arruolabili e invece costretti alla tribuna oppure addirittura a casa propria. A questi nomi devono essere aggiunti quelli di Bianchetti e Cerci, assenti per motivi di salute e Kean , fermato per un turno dal giudice sportivo. Le decisioni di Fossati ed Heurtaux, stiamo navigando a vista, sarebbero figlie del mercato e di qualche «no» di troppo pronunciati dai lori agenti al diesse Filippo Fusco. Per Fossati si era parlato di Perugia, di Brescia, di Parma e comunque di qualche sistemazione fra i cadetti mentre per Heurtaux la pietra dello scandalo sarebbe stato il rifiuto al Rennes. L’operazione era già completata ma qualcosa alla fine non è andata per il verso giusto. Ad un certo punto, soprattutto negli ultimi giorni di mercato, era rimbalzata una voce anche sulla possibile partenza di Verde. L’avevano cercato il Getafe e il Siviglia. Qualcjhe attrito ci sarebbe stato con la Roma, che di fatto detiene il cartellino dell’esterno classe 1996. Qualcosa è sicuramente accaduto. Magari anche una semplice distrazione che ha portato il romanista a non duellare in campo al Bentegodi con tanti amici giallorossi. Magari Verde avrebbe dato qualcosa in più del volonteroso Lee. Insomma Pecchia nonostante la carenza di punti e di giocatori, soprattutto di qualità, è stato inflessibile non portando calciatori che riteneva, a questo punto, scarsamente motivati. Il silenzio stampa certo non aiuta a capire cosa funziona e cosa no in casa del Verona. Grande è stata la sorpresa nel non vederli almeno in panchina. Se per Laner, pare, condizionale d’obbligo, sia solo un problema di brillantezza fisica, magari Fossati avrebbe meritato qualche chance in più dopo comunque l’onesto campionato scorso. Oggi la ripresa a Peschiera dove Pecchia farà, per come lo conosciamo, i complimenti alla squadra per come ha lottato con un avversario di grande valore. Al di là della grande delusione, della giusta contestazione, giova ricordare come il costo del cartellino di Nainggolan, quindi di un solo giocatore, vale come tutto il Verona compresi i ribelli, gli svogliati e quelli che se ne sono andati. Il calcio in Italia e questo e l’Hellas ha scelto la linea della corsa e dell’abnegazione per giocarsi la salvezza fino in fondo. • G.TAV.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
25
Napoli
21
Inter
19
Lazio
18
Fiorentina
14
Sampdoria
14
Roma
14
Sassuolo
13
Torino
13
Parma
13
Genoa
13
Milan
12
Spal
12
Cagliari
10
Atalanta
9
Udinese
8
Bologna
8
Empoli
6
Frosinone
2
Chievoverona
-1
Bologna - Torino
2-2
Chievoverona - Atalanta
1-5
Fiorentina - Cagliari
1-1
Frosinone - Empoli
3-3
Inter - Milan
1-0
Juventus - Genoa
1-1
Parma - Lazio
0-2
Roma - Spal
0-2
Sampdoria - Sassuolo
Udinese - Napoli
0-3