Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
16 ottobre 2018

Sport

Chiudi

31.12.2017

La delusione di Pellissier «Non siamo il solito Chievo»

Sergio Pellissier a testa bassa a fine incontro FOTOEXPRESS
Sergio Pellissier a testa bassa a fine incontro FOTOEXPRESS

BENEVENTO «Difficile fare commenti, abbiamo perso forse meritatamente ma non si tratta solo di una partita. È il periodo che non va. Non riusciamo a giocare come sappiamo, sbagliamo le cose più semplici, non riusciamo a essere il Chievo di sempre. Dispiace, dispiace perché lavoriamo tantissimo in settimana e poi ci trasformiamo in partita. Questo è il nostro maggior cruccio»: parole di Sergio Pellissier, parole da capitano. È lui, negli spogliatoi del Vigorito, a farsi carico del disagio generale. È lui a metterci faccia e spiegazioni: «È stata una partita complessa per il momento nostro e per il momento loro. Una partita senza grossi patemi. Non ci sono state grosse occasioni né da una parte né dall’altra. Quando non sei in gran forma però prendi gol magari nei momenti più particolari», spiega l’attaccante gialloblù. «Per me era una partita da 0-0 ma questo non cambia assolutamente niente. Noi non stiamo giocando come vorremmo, non ci sono scusanti, stiamo lavorando tantissimo e quello resta il dispiacere più grande perché poi arrivi alla domenica e sul campo non riesci a dare quello che vuoi». Ma «ripeto: è il periodo che gira strano. Ne abbiamo vissuti talmente tanti. E sappiamo che adesso bisogna aspettare che passi il prima possibile». E ancora: «Prima, quando stavamo benissimo, tutti parlavano di Europa League ma non è questo il nostro calcio. Noi dobbiamo sempre stare con i piedi per terra, lottare con tutti per portare a casa più punti possibile. Il campionato è lunghissimo, ci sono momenti positivi e momenti negativi, noi stiamo attraversando quello negativo e dobbiamo solo essere bravi a uscirne continuando a lavorare come abbiamo sempre fatto, cercando di correggere il più possibile gli errori che stiamo facendo, cercando di essere più cattivi. Ripeto, però: è difficile spiegare perché in partita non riusciamo a fare quel che facciamo in allenamento. Bisogna restare gruppo, uniti. Ora non abbattiamoci troppo». Del resto «non c’è niente di scontato in Serie A, neppure se giochi sul campo dell’ultima. Il Benevento ha perso più di una partita al 90’ quando invece magari meritava di far punti. Noi l’abbiamo incontrato nel nostro momento peggiore, fosse capitato in un altro magari il loro tiro non sarebbe entrato. Fa parte del calcio». Resta il rammarico dell’occasione sprecata in avvio da Hetemaj: «Chiaro che se fossimo passati in vantaggio le cose sarebbero cambiate ma non è successo. Quindi rimbocchiamoci le maniche e ripartiamo dall’Udinese. Questo dobbiamo fare. Abbiamo perso un’altra partita, abbiamo fatto un’altra figuraccia. Dispiace per il presidente, per i tifosi ma noi non molliamo mai. I tifosi? Capisco la loro rabbia perché eravamo incazzati anche noi. Credo fosse giusto andare a ringraziarli per la trasferta che hanno fatto ma sapevamo che non era il momento più giusto per prenderci gli applausi. Speriamo che le cose cambino già sabato». La testa adesso va all’Udinese. Che vince e vola. • FR.AR.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
24
Napoli
18
Inter
16
Lazio
15
Sampdoria
14
Roma
14
Fiorentina
13
Sassuolo
13
Parma
13
Milan
12
Torino
12
Genoa
12
Cagliari
9
Spal
9
Udinese
8
Bologna
7
Atalanta
6
Empoli
5
Frosinone
1
Chievoverona
-1
Atalanta - Sampdoria
0-1
Cagliari - Bologna
2-0
Empoli - Roma
0-2
Genoa - Parma
1-3
Lazio - Fiorentina
1-0
Milan - Chievoverona
3-1
Napoli - Sassuolo
2-0
Spal - Inter
1-2
Torino - Frosinone
3-2
Udinese - Juventus
0-2