Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 ottobre 2018

Sport

Chiudi

03.01.2018

Jallow a mitraglia. E il Cesena respira

L’urlo di Lamin Jallow dopo il gol segnato al Palermo
L’urlo di Lamin Jallow dopo il gol segnato al Palermo

Nove gol neanche a metà stagione. L’ultimo al Palermo capolista. Uscire di casa ha fatto benissimo a Jamin Jallow, diventato d’un colpo bomber di prima fascia in B. Davanti tra i marcatori solo Caputo, Galano, Di Carmine, Pettinari, Donnarumma, Montalto, Ciofani e Nestorovski. Di Jallow, dopo l’operazione d’estate, il Chievo ha conservato il controriscatto come mossa successiva all’eventuale riscatto del Cesena. Ben presto conquistato da scatti e dribbling ma anche dalla sua freddezza sottoporta, fondamentale fino a qualche mese fa sconosciuto nel suo repertorio. Il Chievo sta seguendo settimana dopo settimana i progressi di Jallow, notevoli per un ragazzo di 22 anni che mai prima d’ora aveva dimostrato di essere un goleador. Alla Primavera di D’Anna ricordato soprattutto per il bis che stese il Milan di Cristian Brocchi prima di vincere il campionato di C1 al Cittadella per poi tornare alla base senza però mai trovare spazio nel Chievo dei grandi, a parte pochi minuti in campionato con Fiorentina e Torino più quelli col Novara in Coppa Italia. A gennaio il passaggio al Trapani, quindi il Cesena. Un valore in più per il Chievo in un mercato in cui di giocatori così c’è sempre bisogno. Strategici. Jallow è in rapida crescita, ma non ancora profilo da poter trasferire in A. Efficace coi suoi strappi, affascinante agli occhi di molti per i suoi gol ma per ora lontano dagli standard della categoria superiore. Ancora senza quel bagaglio indispensabile che dovrebbe per forza contenere soprattutto una presenza costante nella partita senza ammettere alcuna pausa. Sulla buonissima strada però per trasformarsi a breve in un bomber di prima fascia in Serie B, come racconta la classifica cannonieri e i gol a Pro Vercelli, Perugia, Novara, Empoli, Frosinone, Pescara, Palermo più la doppietta all’Entella. Perfetto per le sue doti anche di contropiedista nel calcio di Castori, sostituto di Camplone esonerato alla settima giornata, da sempre amante del gioco di rimessa com’è stato anche nel fortunato ciclo al Carpi. Jallow nel suo piccolo è già nella storia del Cesena. Mai nessun attaccante al debutto aveva segnato così tanto. Il biglietto da visita è interessante, il valore del suo cartellino continua a lievitare. Pescato dal Chievo dopo averlo visto in una selezione in Gambia, diventato giocatore ormai di qualità per la B dove può diventare, anche a breve, una delle punte più forti. E quindi più richieste, con l’età giusta per essere anche tra i pezzi pregiati del prossimo mercato. Specie se dovesse continuare con questa media, probabilmente anche migliore se non avesse saltato le prime tre giornate. Destinato a salire ancora di livello, come nelle aspettative della casa madre che da Veronello continua a monitorare le sue prestazioni con cura. • A.D.P.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
24
Napoli
18
Inter
16
Lazio
15
Sampdoria
14
Roma
14
Fiorentina
13
Sassuolo
13
Parma
13
Milan
12
Torino
12
Genoa
12
Cagliari
9
Spal
9
Udinese
8
Bologna
7
Atalanta
6
Empoli
5
Frosinone
1
Chievoverona
-1
Atalanta - Sampdoria
0-1
Cagliari - Bologna
2-0
Empoli - Roma
0-2
Genoa - Parma
1-3
Lazio - Fiorentina
1-0
Milan - Chievoverona
3-1
Napoli - Sassuolo
2-0
Spal - Inter
1-2
Torino - Frosinone
3-2
Udinese - Juventus
0-2