Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 ottobre 2018

Sport

Chiudi

07.02.2018

Chievo alla volata di Pasqua La salvezza si gioca a Verona

Bani e Giaccherini affrontano Ilicic durante Atalanta-Chievo
Bani e Giaccherini affrontano Ilicic durante Atalanta-Chievo

Il dicembre nero è chiuso a chiave nel cassetto dei ricordi infausti e anche il ciclo terribile - ragionevolmente temuto - sistemato dal calendario tra fine gennaio e inizio febbraio è alle spalle. Lo stridore della frenata del Chievo ancora si avverte però si respira al contempo una gran voglia di riprendere la marcia. Piazzando magari una sgommata che restituisca - oltre ai punti - freschezza, energia, autostima. E una punta di quel coraggio che ultimamente è stato sacrificato alla prudenza ma che Rolando Maran prima di tutti si raccomanda in continuazione di coltivare. L’aspetto positivo? Malgrado i soli due punti raccattati nelle ultime nove partite, e una vittoria che manca addirittura dal 26 novembre, la terzultima del campionato - la Spal - resta sotto di cinque punti. Non solo. Perché da qui al 31 marzo i gialloblù disputeranno cinque volte su sette al Bentegodi, stadio che negli ultimi tempi ha offerto qualche conforto in più alla squadra della Diga. Per dire: sono diventati ottanta i giorni trascorsi dall’ultimo punto pescato in trasferta. Era il 19 novembre, il campo quello del Toro, la gara ultima di Lucas Castro prima della grana al collaterale che gli avrebbe a lungo nascosto il campo. FATTORE CASA. Come detto cinque partite su sette a Verona, una delle quali - peraltro - calendarizzata formalmente in trasferta. Però, attenzione, ben quattro scontri diretti da disputare sul terreno proverbialmente alleato. Non è così un azzardo pensare che da qui a Pasqua i gialloblù, al Bentegodi, si giocheranno davvero una fetta esagerata di salvezza. Entrando nel dettaglio: le cinque sfide di Verona opporranno la formazione di Maran, in ordine cronologico, a Genoa, Cagliari, Sassuolo, Hellas Verona e Sampdoria. Di mezzo i viaggi a Firenze e nella Milano rossonera. Obiettivo minimo, visti gli assilli contingenti, almeno tre vittorie e un bottino totale attorno ai 10-12 punti per avviarsi con ritrovata convizione al traguardo stagionale. Da cerchiare con l’evidenziatore, in particolare, la data di sabato 10 marzo, giorno della stracittadina col Verona, col Chievo ospite dei cugini. A oggi uno dei derby di Verona più drammatici, all’insegna del «vietato perdere». E non soltanto per ragioni di prestigio. I RIENTRI. L’altro fattore che in qualche modo assiste i piani di risalita riguarda le condizioni dell’organico. L’onda anomala di infortuni pare superata, Rolando Maran si avvia a ritrovare tra i disponibili Castro mentre Inglese - riassaggiata la battaglia domenica scorsa a Bergamo - dovrebbe ritrovare una maglia dal primo minuto tra quattro giorni contro il Genoa, nel primo degli spareggi per la sopravvivenza. Domenica avrà scontato la squalifica anche Bastien, Meggiorini dovrebbe registrare ulteriori progressi di condizione, la new entry Giaccherini miglioramenti sul piano personale e dell’affiatamento con il resto della squadra. Nell’attesa di Cacciatore, che chiuderà il debito con il giudice sportivo per ripresentarsi carico tra dieci giorni contro il Cagliari, nel secondo scontro diretto di fila, sempre sul campo di Verona. Maran prima di tutti si affretta a raccomandare fiducia, ottimismo. Atteggiamenti positivi per contrastare gli effetti del lungo, arido inverno del Chievo. La missione salvezza riparte dal Bentegodi, che più che mai da qui a Pasqua dovrà rivelarsi scrigno delle legittime aspettative gialloblù. • FR. AR.

FR. AR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
24
Napoli
18
Inter
16
Lazio
15
Sampdoria
14
Roma
14
Fiorentina
13
Sassuolo
13
Parma
13
Milan
12
Torino
12
Genoa
12
Cagliari
9
Spal
9
Udinese
8
Bologna
7
Atalanta
6
Empoli
5
Frosinone
1
Chievoverona
-1
Atalanta - Sampdoria
0-1
Cagliari - Bologna
2-0
Empoli - Roma
0-2
Genoa - Parma
1-3
Lazio - Fiorentina
1-0
Milan - Chievoverona
3-1
Napoli - Sassuolo
2-0
Spal - Inter
1-2
Torino - Frosinone
3-2
Udinese - Juventus
0-2