17 febbraio 2019

Sport

Chiudi

23.12.2018

Verona nel tempio del volley A Modena in cerca di gloria

Calzedonia chiamata a fare l’impresa FOTOEXPRESS
Calzedonia chiamata a fare l’impresa FOTOEXPRESS

L’ultima big per l’ultima partita del girone di andata. Verona oggi alle 18 al PalaPanini affronta Modena, la corazzata che ancora le mancava e guidata da Julio Velasco. Gli emiliani dopo il bel successo in Champions contro i polacchi dello Zaksa di Andrea Guardini cercano punti in campionato per risalire la classifica. In questa ultima giornata, infatti, ci si gioca le posizioni per la griglia dei quarti di finale di Coppa Italia (si classificano le prime otto alla fine del girone di andata, la prima affronterà l’ottava, la seconda la settima e via dicendo) e poiché la graduatoria è cortissima, sia in testa sia in coda, ogni punto farà la differenza. Calzedonia, settima a 18 punti davanti a Padova (pure a 18) per differenza vittorie, vuole innanzitutto evitare di farsi superare dai patavini, oggi a Latina, e coltiva il sogno di regalarsi un’impresa e magari passare in un colpo solo Monza, che è a 19 (in casa con Trento) e Milano, ora a 21 (in trasferta a Perugia). Più facile da dire che da fare, ovviamente. Perché l’Azimut è una vera big e al servizio fa danni. Verona da parte sua ha, ora che è arrivato Kaziyski, delle certezze in più ma in posto quattro continuano i problemi: Savani e Sharifi ancora fuori per infortunio e Manavi, che ha avuto una fitta al polpaccio nell’ultima partita, dovrebbe essere stato recuperato, ma non è sicuro. Al suo posto è pronto Marretta, che tuttavia non è al top con la spalla. In ogni caso, Modena, quarta a 26, non vuole lasciare punti per strada e spera in un passo falso della Lube (terza a 27) per superare. «Giochiamo contro una big», dice Nikola Grbic, allenatore di Calzedonia, «con Matey è cresciuta la nostra forza e consapevolezza. Ma a me interessa solo andare in campo e fare il nostro migliore gioco possibile, poi vedremo se il nostro meglio sarà sufficiente a battere Modena. Dovremo anche essere bravi a reggere i loro momenti di esaltazione in un palazzetto pieno che fa il tifo». E Julio Velasco, dal sito ufficiale di Modena, fa capire che non sottovaluterà i gialloblù: «Verona è una squadra che ha una rosa composta da tre attaccanti e l’opposto fortissimi, un reparto di centrali con giocatori come Solè e Birarelli che sono dei signor giocatori, e Spirito in regia che è uno dei palleggiatori del futuro della pallavolo italiana. Kazinski? È un grandissimo giocatore», aggiunge. «Verona è diventata di fatto una delle pretendenti al gruppo delle più forti: sarà una partita difficile e dovremo scendere in campo con lo stesso spirito che avevamo nella partita con Zaksa», conclude. •

Marzio Perbellini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
66
Napoli
52
Inter
43
Milan
42
Atalanta
38
Roma
38
Lazio
38
Torino
34
Sampdoria
33
Fiorentina
32
Sassuolo
30
Parma
29
Genoa
25
Cagliari
24
Spal
22
Udinese
19
Bologna
18
Empoli
18
Frosinone
16
Chievoverona
9
Atalanta - Milan
1-3
Cagliari - Parma
2-1
Empoli - Sassuolo
Genoa - Lazio
Inter - Sampdoria
Juventus - Frosinone
3-0
Napoli - Torino
Roma - Bologna
Spal - Fiorentina
Udinese - Chievoverona