Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 dicembre 2018

Sport

Chiudi

02.03.2018

«Tutto è possibile Calzedonia senza limiti Adesso facci sognare»

Stefano Magrini abbraccia Giancarlo D’amico e Nikola GrbicIl presidente Bluvolley, Stefano Magrini, la moglie Sabrina, il vice presidente Giovanni Bertoni e gli amici Oscar Zago e la moglie Morena
Stefano Magrini abbraccia Giancarlo D’amico e Nikola GrbicIl presidente Bluvolley, Stefano Magrini, la moglie Sabrina, il vice presidente Giovanni Bertoni e gli amici Oscar Zago e la moglie Morena

Diciotto ore di auto e 1600 chilometri in 24 ore, ma a Montpellier Stefano Magrini, il presidente Bluvolley, voleva esserci. E il lungo viaggio in macchina è valso la pena: a fine match è sceso in campo e ha abbracciato Nikola Grbic perché avere conquistato la semifinale in coppa Cev ed è stata una grande soddisfazione. Il sogno, adesso, ovviamente, è fare il colpaccio: battere Ankara e arrivare in finale. Magrini già se lo immagina il palazzetto pieno e il grande tifo gialloblù che spinge Calzedonia a traguardi di gloria in Europa. Come, d’altra parte, si aspetta grande pubblico anche per gli imminenti play off. Che Verona inizierà giocando i quarti contro Trento dopo l’ultima di campionato con Piacenza, domenica. La speranza è di battere gli emiliani e sperare che la Diatec, che è quarta davanti a Calzedonia a due lunghezze, perda a Monza permettendo così ai gialloblù di scavalcarla. E giocarsi il derby dell’Adige, al meglio delle tre gare, con due partite, la prima e la terza, da disputare all’AgsmForum. Sarebbe il massimo. Intanto il primo obiettivo della società è stato conquistato in Cev e ora la Bluvolley non si pone limiti. «La semifinale per noi è motivo di orgoglio e per niente scontata», dice il presidente, «ricordo che una squadra come Perugia due anni fa è stata eliminata ai quarti. Adesso, a questo punto», ammette, «vorrei arrivare in finale visto che avremmo la possibilità di giocarci la sfida decisiva in casa e per Verona sarebbe un grandissimo evento. Anche perché, eventualmente, si disputerebbe quasi sicuramente con una squadra stellare come il Belgorod. Sarebbe davvero bello, anzi bellissimo». Prima però c’è la fine della regular season e poi l’inizio dei play off con la serie contro Trento. «Come ho detto ai ragazzi, domenica dobbiamo giocarci la partita con Piacenza all’ultimo punto anche perché sono convinto che Monza possa fare lo scherzetto alla Diatec. E noi dobbiamo essere pronti a cogliere questa possibilità e conquistare il quarto posto in classifica. Per noi arrivare quarti significa moltissimo, sia per una questione di introiti, visto che avremmo la possibilità di giocare due sfide di grande richiamo in casa. E sia da un punto di vista sportivo perché potremmo contare sul sostegno del nostro grande pubblico e dei nostri tifosi. Io ci credo e sogno un palazzetto gonfio di gente». E d’altra parte, come ha anche dimostrato la regular season, Trento, tra i possibili avversari di vertice, è il più abbordabile. «Senza contare», ci tiene a sottolineare, «che siamo dove siamo nonostante i quindici infortuni patiti fono ad ora, pazzesco quello che stiamo subendo sotto questo punto di vista. E la stanchezza accusata in alcuni momenti», aggiunge, «è determinata anche dall’assenza di cambi che ci possano fare rifiatare in alcuni frangenti». E ai play off inizia un altro campionato. «E dove tutto è possibile, nel 2009 Piacenza finì il campionato al 5° posto e poi vinse lo scudetto, perciò vedremo, nella vita bisogna sognare e poi cercare di concretizzarli. Senza sogni che vita è?» •

Marzio Perbellini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
46
Napoli
38
Inter
32
Milan
26
Lazio
25
Roma
24
Sassuolo
24
Sampdoria
23
Fiorentina
22
Torino
22
Atalanta
21
Parma
21
Cagliari
17
Empoli
16
Spal
16
Genoa
16
Udinese
13
Bologna
11
Frosinone
8
Chievoverona
4
Atalanta - Lazio
Bologna - Milan
Cagliari - Napoli
0-1
Fiorentina - Empoli
3-1
Frosinone - Sassuolo
0-2
Inter - Udinese
1-0
Roma - Genoa
3-2
Sampdoria - Parma
2-0
Spal - Chievoverona
0-0
Torino - Juventus
0-1