Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 giugno 2018

Sport

Chiudi

05.03.2018

Stern col piede sempre sull’acceleratore Mengozzi, rientro super. Maar si fa male

Nikola Grbic
Nikola Grbic

7,5 MENGOZZI. Entra nel terzo set dopo un mese fermo per la frattura al piede e il suo ingresso è fondamentale. Intanto perché nel tiratissimo finale di set mette giù un ace fondamentale e poi perché in attacco segna il 100% con 4 su 4. 6 punti in tutto. 6,5 PAJENK. È lui che apre le danze per la rimonta. Sotto 10-18 nel terzo set, dopo avere già perso i primi due, Verona si rianima dal suo turno in battuta. 3 ace per Alen dove però dai 9 metri fa anche 7 errori. 50% in attacco e nei suoi 9 punti 1 muro. 8 STERN. Dopo due gare un po' in ombra. Viene premiato come il migliore in campo contro Piacenza. L'unico che anche nei primi due set gioca a un certo livello. Nel finale, poi, si scatena trascinando Verona al successo. 26 punti con 4 ace e 1 muro. 6 BIRARELLI. Incita i compagni senza sosta, anche con veemenza perché nei primi due set la squadra non gira. Nel finale del primo set le canta anche all'arbitro per una valutazione errata su una sua difesa sotto rete. 6 punti con 1 muro, 50% in attacco. 6,5 MAAR. Si alterna con Manavi, e quando finalmente sembra trovare le misure si fa male cadendo sotto rete mettendo male il piede. Non ha potuto rientrare e per questo in casa gialloblù adesso si trattiene il fiato. 50% in attacco e 53 in ricezione. 9 punti. 6 SPIRITO. Primi due set e mezzo in apnea con tanti errori. Poi Grbic lo chiama in panchina e gli dà una bella lavata di capo. Quando torna in campo, Luca inizia a fare giare la squadra con più precisione ed efficacia. Per lui anche un ottimo ace. 6,5 MANAVI. Parte titolare, poi lascia il posto a Maar tornando quando il canadese si fa male. Alterna grandi giocate ad alcune ingenuità. 39% in attacco, 41 in ricezione. Per lui 8 punti. Cresce tanto nel finale e chiude il match con una palla difficilissima. 6,5 JAESCHKE. Grande contributo nel terzo set, quello della svolta. Nei primi due non pervenuto come il resto della squadra. Ma si fa trovare quando serve, come al servizio dove mette giù tre ace per i 17 punti totali. 38% in attacco, 48 in ricezione. 6 PESARESI. Le percentuali non gli sorridono (38%) ma in quegli scambi all’ultimo respiro, infiniti e giocati in apnea, lui c’è e non tradisce. E tira su alcuni palloni che servono a rinvigorire i compagni che accendono la miccia per una fantastica rimonta.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
95
Napoli
91
Roma
77
Lazio
72
Inter
72
Milan
64
Atalanta
60
Fiorentina
57
Torino
54
Sampdoria
54
Sassuolo
43
Genoa
41
Udinese
40
Chievoverona
40
Bologna
39
Cagliari
39
Spal
38
Crotone
35
Hellas Verona
25
Benevento
21
Cagliari - Atalanta
1-0
Chievoverona - Benevento
1-0
Genoa - Torino
1-2
Juventus - Hellas Verona
2-1
Lazio - Inter
2-3
Milan - Fiorentina
5-1
Napoli - Crotone
2-1
Sassuolo - Roma
0-1
Spal - Sampdoria
3-1
Udinese - Bologna
1-0