Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 dicembre 2018

Sport

Chiudi

16.02.2018

«Felice per la vittoria Ma corso troppi rischi Voglio ragazzi spietati»

Thomas Jaeschke ha appena messo giù il punto della vittoria e la squadra festeggia FOTOEXPRESSStern e Pajenk a muro contro Panou FOTOEXORESS
Thomas Jaeschke ha appena messo giù il punto della vittoria e la squadra festeggia FOTOEXPRESSStern e Pajenk a muro contro Panou FOTOEXORESS

A fine partita coach Nikola Grbic è piuttosto arrabbiato e si sfoga con il suo staff riunito attorno a lui. Ci sono tutti: il vice Giancarlo D’Amico, il direttore tecnico Angiolino Frigoni e il ds Gian Andrea Marchesi. Grbic tiene in mano le statistiche del match e punta il dito sui fogli indicando le cose che non sono andate bene. Calzedonia ha battuto 3-1 il Montpellier nei quarti di finale di coppa Cev e ha fatto un altro passo importante in Europa avvicinandosi alla semifinale, uno degli obiettivi della Bluvolley. Ma il successo, secondo il coach, sarebbe potuto essere molto più netto e, soprattutto, più rassicurante senza quegli errori e imprecisioni che hanno rischiato di compromettere il risultato a più riprese. Ovviamente Grbic è contentissimo della vittoria, ma guarda l’andamento della sua squadra in prospettiva dei prossimi incontri dove non saranno concesse sbandate. Non tanto pensando alla Lube, prossimo avversario in campionato, ma semmai alla sfida in casa contro Milano (che potrebbe essere una sorta di spareggio) e alla gara di ritorno in Francia dove, assicura il coach, «sarà durissima». Arrabbiato? «Un po’: non abbiamo giocato male», concede Grbic, «ma abbiamo generato tanto, avuto tante, tante occasioni per evitare di ritrovarci a giocarci i set con l’acqua alla gola. Ci dobbiamo rendere conto che dobbiamo essere più efficaci, più spietati, cinici, più cattivi ad approfittare delle situazioni che ci siamo creati noi con la battuta, il muro e la difesa. E invece», prosegue, «abbiamo permesso agli avversari di essere lì, di starci attaccati alle costole e di giocare punto a punto». Un rischio che Grbic, giustamente, non vuole correre perché a volte non sempre si raddrizzano le cose. Ci si può mettere la sfortuna e, magari, qualche decisione arbitrale discutibile a rovinare tutto. «Il Montpellier», spiega, «ha giocato praticamente solo con lo schiacciatore e l’opposto, i centrali non hanno dato un grande contributo. Noi abbiamo fatto abbastanza bene a muro, dove abbiamo sporcato anche tanti palloni, e in difesa. Ma in contrattacco non siamo stati bravi ad approfittare di tante situazioni favorevoli. Se ci fossimo riusciti», spiega, «la partita sarebbe finita molto prima». E proprio in virtù di questo mette in guardia contro facili entusiasmi: «Ci dobbiamo preparare, anche mentalmente, ad andare in Francia a vincere. Non è che possiamo dire “ah, ci bastano due set“, perché questa è una trappola. No, non bastano due set. Dobbiamo andare a Montpellier come se avessimo perso da tre punti e giocare al massimo. Questo dovrà essere il nostro approccio». E domenica torna il campionato con il match in trasferta con la Lube. Una sfida durissima per Calzedonia che poi, mercoledì, troverà Milano. •

Marzio Perbellini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
46
Napoli
38
Inter
32
Milan
27
Lazio
25
Atalanta
24
Roma
24
Sassuolo
24
Sampdoria
23
Fiorentina
22
Torino
22
Parma
21
Cagliari
17
Empoli
16
Spal
16
Genoa
16
Udinese
13
Bologna
12
Frosinone
8
Chievoverona
4
Atalanta - Lazio
1-0
Bologna - Milan
0-0
Cagliari - Napoli
0-1
Fiorentina - Empoli
3-1
Frosinone - Sassuolo
0-2
Inter - Udinese
1-0
Roma - Genoa
3-2
Sampdoria - Parma
2-0
Spal - Chievoverona
0-0
Torino - Juventus
0-1