Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
20 novembre 2018

Sport

Chiudi

05.09.2018

De Pandis, vento del Salento «Calzedonia sfida le grandi»

Luca Bazzoni, Daniele De Pandis, Ludovico Giuliani e Angiolino Frigoni FOTOEXPRESS
Luca Bazzoni, Daniele De Pandis, Ludovico Giuliani e Angiolino Frigoni FOTOEXPRESS

Il vento del Salento. Sale alto e porta via pensieri. Ambiziosi quanto basta per far sorridere Daniele De Pandis, nuovo libero della Blu Volley Verona. Arriva da Trento, classe ’84, Verona già nel cuore. Missione possibile: «Far sudare le grandi». De Pandis, a Verona ritrova Grbic dopo la stagione a Cuneo. Cosa le ha lasciato, a livello personale? «Sono molto contento di ritrovarlo come allenatore. Ho avuto la fortuna di giocare con lui nella sua ultima stagione in Italia e devo dire che mi ha aiutato tanto a crescere, soprattutto a livello caratteriale. Era il mio primo anno in un gruppo importante, pieno di campioni. Lui, insieme all’allora capitano Wijsmans, è stato uno dei pochi ad insistere su di me, a darmi parecchi consigli, per farmi crescere. Anche “bastonandomi“, in alcuni momenti». Arriva in una squadra nettamente migliorata in tutti i fondamentali. Il lavoro della dirigenza è stato certosino. Dovesse fare un’analisi da esterno, come descriverebbe questo gruppo? «È una squadra sicuramente molto competitiva. Quest’anno il livello del campionato si è alzato moltissimo. Sarà molto dura vincere fuori casa, perché tutte le squadre si sono rinforzate. Quello che dovremo fare noi sarà far sudare soprattutto le più forti in casa nostra e cercare di vincere tutti gli scontri diretti casalinghi, anche grazie all’aiuto del pubblico. Ho visto Boyer nella National League e mi ha fatto un’ottima impressione. E poi aspettiamo anche il rientro di Jaeschke». Chi ha fatto il colpaccio di mercato? «Ne ho tre: Leon è il colpacco di Perugia, poi Simon a Civitanova e Boyer qui da noi a Verona». C’è qualche giocatore qui a Verona che è curioso di vedere in azione? «Voglio vedere il nuovo iraniano, Sharifi. Ed essere a contatto con Jaeschke tutti i giorni, quando tornerà dall’infortunio». Inizia il Mondiale. Il suo podio? «Direi Brasile, Francia, Russia ed Italia. Il Brasile perché ha vinto l’ultima Olimpiade, credo siano favoriti. E sono forti. L ‘Italia perché gioca in casa ed avrà una marcia in più con il pubblico, anche se potrebbe essere un’arma a doppio taglio. Dopo l’ultimo mondiale giocato qui ed in cui siamo arrivati forse ventesimi, bisogna fare bene per forza. La Francia è un’ottima squadra, e negli ultimi anni lo sta dimostrando. Stavo dimenticando la Russia, che ha vinto l’ultima National League» L’uomo copertina di questa Nazionale è…? «Senza dubbio Ivan Zaytsev. È lui la guida». Torniamo a Verona. Ha avuto modo di visitare la città? C’è qualcosa l’ha colpita in modo particolare? «L’anno scorso sono uscito molte più volte a Verona che a Trento, è una città fantastica. Una cosa che posso raccontare è che ogni volta che arrivo in centro vado a mangiare i tortelli fatti a mano a “la bottega della Gina“ Lei è figlio del Salento. Porta con se la musica della sua terra? «Certo, amo i Negramaro, l’altra sera sono passato fuori dall’arena e li ho sentiti cantare. Ma ce ne sono tantissimi. Come non nominare i Boomdabash, Alessanda Amoroso, Emma. Il libro che consiglio? “Non aver paura“». •

Simone Antolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
34
Napoli
28
Inter
25
Lazio
22
Milan
21
Roma
19
Sassuolo
19
Atalanta
18
Fiorentina
17
Torino
17
Parma
17
Sampdoria
15
Cagliari
14
Genoa
14
Spal
13
Bologna
10
Udinese
9
Empoli
9
Frosinone
7
Chievoverona
0
Atalanta - Inter
4-1
Chievoverona - Bologna
2-2
Empoli - Udinese
2-1
Frosinone - Fiorentina
1-1
Genoa - Napoli
1-2
Milan - Juventus
0-2
Roma - Sampdoria
4-1
Sassuolo - Lazio
1-1
Spal - Cagliari
2-2
Torino - Parma
1-2