18 febbraio 2019

Sport

Chiudi

30.12.2018

Calzedonia sfida la capolista Kaziyski alla prova di Leon

Matey Kaziysky alla prova di Perugia FOTOEXPRESS
Matey Kaziysky alla prova di Perugia FOTOEXPRESS

Calzedonia nella tana dei campioni d’Italia, Verona nel catino infuocato della capolista. Il PalaBarton costituisce una prova durissima per la squadra di Nikola Grbic che all’andata subì un netto 3-0. Piegata e demolita sotto i colpi dei bombardieri umbri che al servizio, soprattutto con Leon, fecero a bandelli la ricezione veronese. Oggi sarà interessante vedere quanto, rispetto a quella gara, i gialloblù sono cresciuti. Soprattutto adesso che in squadra c’è un certo Matey Kaziyski e considerando anche la bella prova offerta da Birarelli e compagni contro Monza. «Mi aspetto una partita tosta», dice Grbic. «All’andata non ci hanno fatto vedere la palla, tra battuta e attacco ci hanno messo in grande difficoltà. Siamo migliorati rispetto a qualche mese fa e mi auguro di vedere una bella partita. Soprattutto spero di vedere quell’atteggiamento che ci ha caratterizzato in queste ultime partite. Dovremo giocare su ogni palla a prescindere dal risultato senza mai alzare il piede dall’acceleratore», commenta il coach. QUI PERUGIA. Da parte sua Lorenzo Bernardi, l’allenatore della Sir Safety, sta con le antenne alzate. Nella conferenza stampa pre-partita ha dichiarato che ci sono «differenze molto importanti rispetto alla partita di andata. Abbiamo incontrato Verona quando stava giocando male e con poco equilibrio di squadra», dice, «e problematiche in alcuni settori importanti come in ricezione. Adesso», prosegue, «invece è cambiato tutto con l’innesto di un giocatore importantissimo come Kaziyski, che da top player ha dato equilibrio in attacco e in battuta. Calzedonia nelle ultime due, tre, partite ha giocato una pallavolo di altissimo livello: ha vinto in casa con Latina, ha perso a Modena 3-1, ma a parte l’ultimo set è sempre andata ai vantaggi, e quindi ha giocato una partita molto importante per poi vincere mercoledì in casa con Monza. Quindi sarà una partita molto, molto difficile». Poi, interpellato su Kaziyski, dice: «Non ho mai avuto il piacere di allenarlo, l’ho sempre affrontato da avversario. Mi piace molto ed è un grandissimo professionista e ben vengano questi giocatori in Superlega perché arricchiscono il nostro mondo. Confronto con Leon? Hanno caratteristiche simili, sono più offensivi che da ricezione e difesa. In battuta e attacco», immagina, «ci saranno scintille, due fondamentali che sono i loro punti di forza». •

Marzio Perbellini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
66
Napoli
53
Inter
46
Milan
42
Atalanta
38
Roma
38
Lazio
38
Fiorentina
35
Torino
35
Sampdoria
33
Sassuolo
30
Parma
29
Genoa
28
Cagliari
24
Udinese
22
Spal
22
Empoli
21
Bologna
18
Frosinone
16
Chievoverona
9
Atalanta - Milan
1-3
Cagliari - Parma
2-1
Empoli - Sassuolo
3-0
Genoa - Lazio
2-1
Inter - Sampdoria
2-1
Juventus - Frosinone
3-0
Napoli - Torino
0-0
Roma - Bologna
Spal - Fiorentina
1-4
Udinese - Chievoverona
1-0