Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 settembre 2018

Sport

Chiudi

22.02.2018

Calzedonia ruggisce e schianta Milano

Un attacco di Manavi, tra i migliori in campoCalzedonia esulta:  si impone contro Milano e blinda il quinto posto SERVIZIOFOTOEXPRESSI soci Bluvolley Bertoni e Magrini festeggiano con Birarelli e Spirito
Un attacco di Manavi, tra i migliori in campoCalzedonia esulta: si impone contro Milano e blinda il quinto posto SERVIZIOFOTOEXPRESSI soci Bluvolley Bertoni e Magrini festeggiano con Birarelli e Spirito

Calzedonia blinda il quinto posto e respinge l’attacco di Milano che, a due lunghezze di distanza, arrivava a Verona con l’intenzione di fare il colpaccio e superare i gialloblù in classifica approfittando, magari, di un periodo un po’ difficile della squadra di Nikola Grbic. Che invece ha tirato fuori gli artigli infliggendo agli avversari dell’ex Andrea Giani (e con lui nello staff tecnico altri due grandi ex, Tex De Cecco e Oscar Berti) la seconda sconfitta stagionale dopo quella dell’andata. Verona adesso vola a 45 punti, mentre Milano resta staccata a 40 raggiunta però da Piacenza, che si è imposta in rimonta 3-2 a Monza. Trento rimane lì davanti a sole due lunghezze quando mancano due turni alla fine della regular season. Che si annuncia infuocata. Grande sospiro di sollievo in casa Bluvolley, il match era delicato e in palio c’erano punti pesanti. Fondamentali. Ma dopo il ko di Civitanova, i ragazzi di Grbic hanno dimostrato grande carattere, imponendosi in tutti i fondamentali e con una grande prestazione di squadra, con Manavi e Jaeschke a martellare in attacco e Pesaresi a difendere tutto nelle retrovie. Milano, dopo sei turni che giocava senza Abdel Aziz, fermo per infortunio, è partita con il bomber più temuto, che non ha però inciso costringendo il Giangio, dopo avere provato Tondo, a passare al tridente con Cebulj, migliore tra i suoi, a fare l’opposto. Soluzione che, però, non ha cambiato le sorti di un match che Verona ha condotto dall’inizio alla fine, nonostante il secondo set e qualche piccolo passaggio a vuoto. LA PARTITA. Gli ace di Pajenk, le difese di Pesaresi e gli attacchi di Manavi e Jaeschke: il primo set ha un solo protagonista, Calzedonia. 25-17 senza storia. Ma Milano, nel secondo, risponde per le rime. Sempre davanti. E quando Stern spara fuori lo slash per il 10-10, si capisce che la frazione è segnata. Da lì in poi la Revivre allunga anche perché Verona al servizio è meno appuntita così come meno efficace in attacco. Finisce 20-25 e si va sull’1-1. Si ricomincia da zero. Nel terzo set Verona parte in quarta. E con tre punti di fila di Manavi (pipe, muro e attacco) i gialloblù vanno sul 7-2. Milano reagisce, entra Tondo per Abdel Aziz, e arriva sull’11-11. Calzedonia però non si demoralizza e riconquista terreno grazie al servizio arrivando fino al 22-16 prima e al 25-21 finale. Ora Verona deve chiudere. Nel quarto set Calzedonia veleggia: sul 21-13, sembra lanciata verso una vittoria facile. E invece, un black out, lascia riavvicinare Milano fino al 21-17. Ci pensa Jaeschke a risolvere salendo in cattedra nel finale per il 25-20 Verona esulta, vittoria importantissima. Una boccata di ossigeno fondamentale. Ma ora non c’è tempo per festeggiare: è appena finita la partita che i ragazzi di Grbic devono fare le valigie per volare a Vibo Valentia dove giocheranno sabato alle 18 prima di imbarcarsi in direzione di Montpellier per il ritorno dei quarti di finale di coppa Cev. Si gioca martedì alle 20. Verona parte dal 3-1 dell’andata e le basteranno due set per raggiungere il primo obiettivo di stagione: la semifinale. Forza Verona. •

Marzio Perbellini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
12
Spal
9
Napoli
9
Sampdoria
7
Fiorentina
7
Sassuolo
7
Genoa
6
Lazio
6
Roma
5
Torino
5
Udinese
5
Cagliari
5
Atalanta
4
Inter
4
Milan
4
Empoli
4
Parma
4
Bologna
1
Frosinone
1
Chievoverona
-1
Cagliari - Milan
1-1
Empoli - Lazio
0-1
Frosinone - Sampdoria
0-5
Genoa - Bologna
1-0
Inter - Parma
0-1
Juventus - Sassuolo
2-1
Napoli - Fiorentina
1-0
Roma - Chievoverona
2-2
Spal - Atalanta
2-0
Udinese - Torino
1-1