20 febbraio 2019

Sport

Chiudi

06.01.2019

Calzedonia, prova del fuoco Verona nella tana della Lube

Nikola Grbic, allenatore di Calzedonia FOTOEXPRESS
Nikola Grbic, allenatore di Calzedonia FOTOEXPRESS

C’è la Lube, per Calzedonia un’altra prova del fuoco dopo Perugia. Verona oggi è all’Eurosuole di Civitanova per sfidare la corazzata di Fefè De Giorgi (che ha preso il posto di Giampaolo Medei. Sokolov e compagni, dopo il 3-0 rimediato a Milano, si sono ritrovati e hanno ripreso a macinare punti. Quattro vittorie di fila in Superlega e le ultime tre ottenute con un netto 3-0. Terzi a 36 punti vogliono approfittare dello scontro diretto al vertice tra Perugia e Trento per rifarsi sotto e risalire al vertice. Calzedonia, da parte sua, dopo l’arrivo di Matey Kaziyski, ha cambiato passo. Ed è incredibile quanto un giocatore possa fare la differenza. Dopo la bella prova contro Modena (perso 3-1 ma vendendo cara la pelle) i gialloblù hanno schiantato Monza in casa e hanno rischiato il colpaccio a Perugia dove, sul 2-1, hanno avuto la palla match per chiudere i conti. Fallendola, purtroppo, e perdendo poi per 3-2. Tanto rammarico per la chance sprecata ma anche la consapevolezza di essere cresciuti e di poter fare male a qualsiasi avversario. Oggi, contro Civitanova, un’altra big farcita di campioni e che ha appena ritrovato Jiri Kovar rientrato dalla squalifica per doping (era risultato positivo al thc, principio attivo della cannabis) dovranno dimostrarlo. I gialloblù sono chiamati a un’altra grande gara. «Il morale è alto», dice Nikola Grbic, l’allenatore di Calzedonia. «Siamo consapevoli che il nostro gioco è cambiato, abbiamo più sicurezza. Non significa che siamo arrivati», aggiunge, «ma solo che siamo sulla buona stradra. Ora questo match sarà anche in vista dei quarti di finale di coppa Italia contro Trento. Ma di certo, sottolinea, è «l’occasione per fare una bella partita contro una delle squadre più forti del campionato. Con Kovar e il cambio di allenatore», fa presente, «sarà ancora più difficile affrontarli, soprattutto a casa loro. Però anche a Perugia era dura e mi aspetto di giocare una buona partita». «Vogliamo iniziare bene il nuovo anno regalando un’altra vittoria casalinga ai nostri tifosi», ribatte il centrale della Lube Enrico Cester sul sito ufficiale. «Vogliamo conquistare punti fondamentali per la classifica, visto il gennaio ricco di duri impegni che ci attende. Verona è una squadra che si è mostrata in forte crescita», ricorda, «specie dopo l’ingaggio di Kaziyski, vedi l’impresa sfiorata a Perugia. Dunque massima attenzione in ogni aspetto del nostro gioco, vogliamo dimostrare ancora nuovi progressi e proseguire la serie positiva iniziata a metà dicembre che finora ci vede a sei vittorie consecutive». Fondamentale iniziare bene il 2019, anche in vista del duro trittico di trasferte che attende Stankovic e compagni da sabato prossimo in poi: in soli 8 giorni giocheranno a Perugia, in Polonia contro lo Zaksa e a Trento. •

Marzio Perbellini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
66
Napoli
53
Inter
46
Milan
42
Roma
41
Atalanta
38
Lazio
38
Fiorentina
35
Torino
35
Sampdoria
33
Sassuolo
30
Parma
29
Genoa
28
Cagliari
24
Udinese
22
Spal
22
Empoli
21
Bologna
18
Frosinone
16
Chievoverona
9
Atalanta - Milan
1-3
Cagliari - Parma
2-1
Empoli - Sassuolo
3-0
Genoa - Lazio
2-1
Inter - Sampdoria
2-1
Juventus - Frosinone
3-0
Napoli - Torino
0-0
Roma - Bologna
2-1
Spal - Fiorentina
1-4
Udinese - Chievoverona
1-0