Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
14 agosto 2018

Sport

Chiudi

26.01.2018

Calzedonia da urlo, Latina non ha scampo

Toncek Stern e Thomas Jaeschke, i protagonisti del matchLa gioia di Nikola Grbic e del suo vice Giancarlo D’Amico per una vittoria importantissimaFoto di squadra  a fine match SERVIZIO FOTOEXPRESS
Toncek Stern e Thomas Jaeschke, i protagonisti del matchLa gioia di Nikola Grbic e del suo vice Giancarlo D’Amico per una vittoria importantissimaFoto di squadra a fine match SERVIZIO FOTOEXPRESS

Marzio Perbellini Battaglia doveva essere e battaglia è stata. Verona vince 3-1 il match con Latina (recupero della prima giornata del girone di ritorno), resta incollata a Trento in classifica (che mercoledì sera ha vinto il posticipo con Castellana Grotte) e guadagna terreno sulle inseguitrici sempre più agguerrite. Una vittoria importante per la graduatoria e per il morale dopo il ko con la Diatec in un match dove Verona non aveva dimostrato il suo valore. Con i laziali, invece, che erano a caccia di un successo per rilanciarsi in prospettiva play off, è partita come un rullo compressore e per due set ha regalato spettacolo: devastante in tutti i fondamentali con un Jaeschke, alla fine Mvp, impressionante. Poi, una flessione, un calo e, a momenti, con Latina di nuovo a cavallo spinta da un Ishikawa scatenato, si è intravisto lo spettro del tie break e la fotocopia della gara di andata. Ma Verona, dopo avere perso il terzo set e avere a lungo sofferto nel quarto, con un colpo di reni eccezionale e due ace fondamentali di Stern nel finale, ha chiuso i conti 3-1 e consolidato il quinto posto in classifica a una lunghezza da Trento. LA PARTITA. Nel primo set Calzedonia martella dai 9 metri e non lascia respiro a Latina. Jaeschke fa 3 ace, ma come lui battono tutti bene e Stern - come d’altra parte anche Manavi - è devastante anche in attacco dove la squadra chiude la frazione con il 60%. Il muro tiene tutto (3 muri) e per Latina non c’è scampo. Nella seconda frazione, Latina sembra però alzare la testa e parte forte. Calzedonia si ricompone presto, aggancia e supera con il 61% in attacco. Di Pinto toglie Maruotti e butta in campo Ishikawa (83%), che in attacco dà verve ai laziali. Ma Verona continua a tirare sassate dai nove metri e nonostante due invasioni a rete nel finale arriva agilmente sul 24-19. Chiude Jaeschke con un altro ace. Il quinto personale e di squadra. Ora però bisogna chiudere. Come non detto. Nel terzo set Verona lascia uno spiraglio e Latina con Savani, che risorge (70%), ne approfitta grazie anche al servizio (2 ace a 0). Grbic, però, forse, lascia in campo Djuric, partito da inizio frazione, un po’ troppo (fino al 15-18) nonostante non sia ancora al top (12%). Spirito sposta il gioco soprattutto su Manavi (33%) e Jaeschke (40%), meno brillanti dei primi due set e Verona paga. Finisce 21-25 per gli avversari che riprendono vita. e sognano la rimonta. Il quarto set, infatti, è pura sofferenza, una battaglia. Si gioca punto a punto senza tregua con Latina avanti prima sul 16-18 e poi sul 19-21. Calzedonia stringe i denti e recupera dapprima grazie al servizio di Pajenk e a Manavi in attacco; e nel finale soprattutto sfruttando i due importantissimi ace di Stern. Finisce 25-22 con il muro di Birarelli su Starovic per il 3-1 finale. Verona esulta e brinda al successo e alla bella partita che ha regalato ai 2500 spettatori del palazzetto e a tutti quelli che hanno seguito l’incontro in televisione in diretta su Rai Sport. Ora un po’ di giorni per tirare il fiato prima di affrontare, mercoledì prossimo, il Liberec nel match di ritorno degli ottavi di finale di Cev. •

Marzio Perbellini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
95
Napoli
91
Roma
77
Lazio
72
Inter
72
Milan
64
Atalanta
60
Fiorentina
57
Torino
54
Sampdoria
54
Sassuolo
43
Genoa
41
Udinese
40
Chievoverona
40
Bologna
39
Cagliari
39
Spal
38
Crotone
35
Hellas Verona
25
Benevento
21
Cagliari - Atalanta
1-0
Chievoverona - Benevento
1-0
Genoa - Torino
1-2
Juventus - Hellas Verona
2-1
Lazio - Inter
2-3
Milan - Fiorentina
5-1
Napoli - Crotone
2-1
Sassuolo - Roma
0-1
Spal - Sampdoria
3-1
Udinese - Bologna
1-0