Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 gennaio 2018

Sport

Chiudi

24.12.2017

Calzedonia a Piacenza per chiudere l’anno con il record di punti

Nikola Grbic, l’allenatore di Calzedonia FOTOEXPRESS
Nikola Grbic, l’allenatore di Calzedonia FOTOEXPRESS

Marzio Perbellini Calzedonia al giro di boa. All'ultimo appuntamento del girone di andata, Verona andrà a Piacenza a sfidare l'ex Baranowicz. Per l'occasione coach Nikola Grbic finalmente dovrebbe poter schierare il sestetto titolare con Spirito-Stern, Birarelli-Pajenk, Jaeschke-Maar. Libero Pesaresi. Al PalaBanca c'è da aspettarsi una partita difficile, combattuta, contro una squadra che fino ad ora ha alternato ottime prestazioni ad alcuni passaggi a vuoto. La Lpr, settima a 19 punti come Trento, vuole assolutamente recuperare il terreno perduto e risalire la china. Verona, però, dal canto suo, dopo cinque vittorie di fila tra campionato e coppa Cev, intende continuare la striscia positiva, consolidare il quarto posto in classifica in SuperLega, tenere a distanza una possibile rivale in chiave play off e, anche, cercare di fare il record di punti alla fine dell'andata. Attualmente, infatti, a quota 24, eguaglia quanto fatto da Andrea Giani nella stagione 2015-16 (ma con due partite in meno). «Piacenza è un avversario difficile», mette in guardia Grbic, «ha messo in difficoltà squadre come la Lube (3-2), gioca in casa in un palazzetto che sarà sicuramente pieno e ha tanti giocatori di qualità che hanno l’esperienza per affrontare partite importanti. Per questo», sottolinea, «mi aspetto un match bello tosto. E noi dovremo giocare a mille visto che non ci regalerà nulla e anzi vorrà sicuramente fare punti. Sarà una partita complicata», prevede l’allenatore, «dobbiamo andare lì consapevoli che ci sarà da soffrire e da lottare. Ma se giocheremo come abbiamo dimostrato di saper fare», constata, «se partiremo con il piglio giusto, con il giusto approccio, credo che potremo fare risultato e portare a casa i punti. Si gioca punto dopo punto, un passo alla volta. Dimentichiamo quanto fatto finora e concentriamoci solo sulla partita e su quello che dobbiamo fare». Dopo Piacenza, Verona salterà l’appuntamento di sabato 30 dicembre per la prima in casa contro Latina perché al Bentegodi c’è Verona-Juventus alle 20.45 e per motivi di ordine pubblico la partita di pallavolo è stata rimandata. Verrà recuperata il 25 gennaio alle 20. Per cui i gialloblù, dopo il match di Santo Stefano, torneranno in campo il 4 gennaio a Perugia, per il big match contro la Sir Safety. Un banco di prova importante per Calzedonia. Finora, infatti, i gialloblù hanno perso solo contro le tre big (e in modo piuttosto netto): Perugia, Modena, Lube. Sarà interessante, quindi, vedere se rispetto alle gare dell’andata, la squadra di Grbic abbia ridotto un po’ il gap e se si sia avvicinata al loro livello di gioco. Questo anche in ottica di un finale di stagione tutto da giocare e dove Verona ha l’ambizione di essere al vertice, subito a ridosso delle prime. Si dovrà contendere la piazza con il ritorno di Trento e le aspiranti rivelazioni del campionato: Ravenna, Milano, Padova e, appunto, Piacenza. Per questo sarà importante vincere il 26. Per mettere subito le cose in chiaro e per chiudere l’andata e l’anno nel migliore dei modi. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Napoli
51
Juventus
50
Inter
42
Lazio
40
Roma
39
Sampdoria
30
Atalanta
30
Fiorentina
28
Udinese
28
Torino
28
Milan
28
Bologna
24
Chievoverona
22
Genoa
21
Sassuolo
21
Cagliari
20
Spal
15
Crotone
15
Hellas Verona
13
Benevento
7
Benevento - Sampdoria
3-2
Cagliari - Juventus
0-1
Chievoverona - Udinese
1-1
Fiorentina - Inter
1-1
Genoa - Sassuolo
1-0
Milan - Crotone
1-0
Napoli - Hellas Verona
2-0
Roma - Atalanta
1-2
Spal - Lazio
2-5
Torino - Bologna
3-0