Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 ottobre 2018

Spettacoli

Chiudi

02.01.2018

Sono nati sotto il segno
del 1943: Settantacinque
anni e non sentirli

Per carità non provate a dire che sono anziani! Qualcuno inizia ad interpretare ruoli da nonno o nonna ma con una grande dose di autoironia perchè la maggior parte di loro calca palchi, palcoscenici e piste da ballo, o si spoglia ancora dietro la macchina la presa, come se il tempo non fosse mai passato. Del resto se la carica erotica e la caratura da star non gli ha mai fatto difetto, non gli manca nemmeno lavoglia di esplorare nuove strade e sono decisamente in pochi ad aver deposto le armi per godersi una vita tranquilla. Di chi parliamo? Ma della carica dei settantacinquenni, la pattuglia nata durante un conflitto mondiale, in pieno 1943, concepita sotto le bombe perlopiù insomma, e che segna in modo inequivocabile l’anno che verrà. Facce a gambe da star, voci da storia della musica, arte da lasciare ai nipoti a volte più anziani di loro...

TUCATUCA. E se qualcuno si è impegnato per arrivare a questo traguardo in salute, altri hanno vissuto vite dissipate e ci sono arrivati in gran forma comunque. E allora nulla ha da invidiare alla biondina con il caschetto del Tuca Tuca Raffaella Carrà che il 18 giugno arriva al traguardo dei 75 anni dicendo addio alla tv ma con sempre tante idee nel cassetto. La segue il 26 luglio l’inarrestabile Mick Jagger che nell’eterno tour della sua vita dovrebbe vedere nuove tappe per i Rolling Stones a settembre e ottobre sempre con il compagno di ogni stagione Keith Richards che i 75 li raggiunge il 18 dicembre. Il tour 2018 è da definire e chissà quando toccherà di nuovo all’Italia dopo le mura di Lucca del settembre 2017. Quella stessa location del resto vedrà Roger Waters sul palco l’11 luglio, e il Circo Massimo a Roma, il 14: palcoscenico italiano delle tre date di «Us+Them Open Air 2018», l’imponente tour dell’ex Pink Floyd che prima dell’Italia farà tappa solo ad Hyde Park a Londra (il 6 luglio). E Roger Waters il 6 settembre compirà giusto i suoi di 75 anni. Ma prima il 17 agosto tocca ad un altro pezzo da novanta (anzi da 75) come Robert de Niro, che nel 2018 dopo una serie di film non alla sua altezza, torna a recitare per Martin Scorsese che gli ha riservato il ruolo da protagonista in The Irishman, per Netflix, con accanto Al Pacino e Joe Pesci che a sua volta il 9 febbraio raggiunge la fatidica data.

LA DIVA. Il 22 ottobre tocca a un’altra star del grande schermo come Catherine Deneuve che aveva festeggiato il superamento della soglia dei 70 con uno splendido servizio fotografico in guepierre. Chissà cosa combinerà. Comunque la rivedremo di nuovo insieme alla figlia Chiara Mastroianni nel film di Julie Bertuccelli che, dopo due documentari, è tornata alla fiction con Le dernier vide grenier de Claire Darling, scritto insieme alla sceneggiatrice e regista Sophie Filliers. Adattamento del romanzo americano di Lynda Rutledge, il film racconta la storia di una donna che, all’apice della sua vita, decide di vendere i suoi beni più preziosi.

CHE CAST. Per rimanere nel mondo del cinema festeggiano i 75 anni nel 2018 anche David Cronenberg (16 marzo), Christopher Walken (31 marzo), Sam Shepard (5 novembre), Terrence Malick (30 novembre) e chiude l’anno Ben Kingsley che compie gli anni il 31 dicembre. Nella musica nel 2018 tra gli altri festeggiano i 75 Julio Inglesias (23 settembre), Mal (27 febbraio), George Benson (22 marzo); Al Bano (20 maggio), Orietta Berti (1 giugno). Però a confermare che quel 1943 era stato un anno splendente per il valore delle sue nascite, lo dimostrano anche quelli che si sono già fermati da più o meno tempo ma che in questo 2018 avrebbero compiuto anche loro 75 anni: parliamo di Janis Joplin (19 gennaio), George Harrsison (25 febbraio), Lucio Battisti (5 marzo), Jim Morrison (8 dicembre). E anche Lucio Dalla che il suo 4 marzo 1943 lo aveva celebrato in una indimenticabile canzone.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1