Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 ottobre 2018

Spettacoli

Chiudi

24.11.2017

Al via «Le Capitane»
con Lady Pazzini:
«Ma se lui non gioca...»

S’intitola «Le Capitane» il primo docu-reality dedicato alle mogli e alle compagne dei calciatori.

Il programma, al via venerdì 24 novembre in seconda serata su Spike, il nuovo canale Viacom, racconterà in dieci episodi le donne che condividono la vita con i calciatori, alle prese con le loro giornate «normali».

Fra di loro Silvia Slitti, moglie di Giampaolo Pazzini e wedding planner di professione, che ha dichiarato: «Se il Pazzo fa dieci gol e il Verona si salva, smetto di furmare e di mangiarmi le unghie». E ancora: «Se mi annoio alle partite di mio marito? Sì, quando non gioca...»

 

«Nella produzione del programma - ha raccontato Sergio Del Prete, che di Viacom è il responsabile dei contenuti - sono state coinvolte una ventina di «donne del pallone» che vogliamo raccontare oltre ogni preconcetto e al di là della semplificazione da bella vita».

Dato che da alcuni anni gli occhi del pubblico calcistico, ma non solo, sono puntati, oltre che sui campioni in campo, anche sulle compagne dei calciatori, Spike ha pensato di svelare qualche retroscena delle vite di alcune di loro, eliminando il filtro da social network o da riviste patinate e per raccontare le giornate delle cosiddette ’wags’ (acronimo wives and girlfriends, ovvero mogli e fidanzate) nel modo più diretto possibile.

 

Nel corso del programma sfileranno molte donne che gravitano attorno al mondo del calcio giocato, ma solo cinque di loro saranno le protagoniste delle «Capitane». Oltre alla Slitti, della lista fanno parte Erjona Sulejmani, modella albanese, moglie di Blerim Dzemaili, già eletta a ’wag’ più sexy degli ultimi Europei di calcio, Jessica Melena moglie di Ciro Immobile, Emilie Nef Naf nelle vesti di ex fidanzata di Jèrèmy Mènez e Michela Persico in Rugani (Daniele, difensore della Juventus e della nazionale italiana).

«Abbiamo deciso di raccontare altro rispetto al percepito - ha detto sempre Del Prete - a cominciare dal titolo, per il quale non abbiamo utilizzato il termine ’wags’, per dire che oltre al marito calciatore c’è di più e ci sono le storie di donne che a volte non ti aspetteresti». Una nota di cronaca va anche dedicata alla sigla del programma targato Spike, individuata in una nuova versione della celebre «La partita di pallone» di Rita Pavone, ricantata appositamente per l’occasione, riarrangiata e nella quale ha messo lo zampino anche la rapper mascherata Miss Keta.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1