Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 settembre 2018

Spettacoli

Chiudi

22.12.2017

«Magnifique» arriva su Telearena

Il Galà d'oro Magnifique, all’ultima edizione di Fieracavalli
Il Galà d'oro Magnifique, all’ultima edizione di Fieracavalli

Daniela Bruna Adami Si intitola «Magnifique» e magnifico lo è davvero. Ci riferiamo al gala di Fieracavalli 2017, evento clou della manifestazione che si è svolta a fine ottobre, ma soprattutto al suo protagonista, Lorenzo «il Magnifico», il cavaliere volante francese capace di inimmaginabili prodezze in piedi sulla groppa dei suoi cavalli, conducendone ben sedici in corse, figure e salti in sincrono. Uno spettacolo straordinario, quello firmato dal regista Antonio Giarola, che sarà possibile vedere integralmente su TeleArena, il 26 dicembre alle 12,30, il 1 gennaio alle 17,15 e all’Epifania, il 6 gennaio, alle 23,30. Tanti i talenti che il gala presenta, raccontando le storie di uomini (e donne) e cavalli, un rapporto speciale che qui diventa arte. Ma anche messaggio, come nel caso di Gessica Notaro, che ha presentato un quadro sulla violenza alle donne, lei che la violenza l’ha subita davvero, sfregiata dall’ex fidanzato: con la coreografia elegante e intensa di Elena Grossule, la Notaro ha cavalcato tra un cavaliere bianco e uno nero, tra gli applausi del pubblico commosso, puntando il dito contro l’«amore malato». Il gala di Giarola è sempre un inno alla bellezza. Quella di Lorenzo, impeccabile nel suo Roman Riding di cui è il migliore al mondo: lo si aspettava dal 2013, ultima sua apparizione a Fieracavalli, con questo suo nuovo numero presentato in prima assoluta a Verona, con animali di due colori diversi; dello spagnolo Santi Serra Camps con i suoi stalloni arabi in libertà e i cani; di Giuseppe Cimarosa su un cavallo di pura razza spagnola; di Terry Zappasodi vincitrice di Talenti & Cavalli 2016. Ma anche la bellezza della danza, con i ballerini classici Elisa Cipriani e Luca Condello e la scuola equestre di dressage di Federico Basile; delle carrozze classiche del Gruppo Italiano Attacchi, delle amazzoni in stile messicano; e perfino la bellezza dei butteri, una delle più genuine tradizioni italiane di monta da lavoro, qui in una corsa che pare una coreografia. Un crescendo di tecnica e poesia, questo gala assolutamente da non perdere, e per chi era sugli spalti del Pala Bmw, sicuramente da rivedere, alla televisione. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1