Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
26 settembre 2018

Spettacoli

Chiudi

29.07.2018 Tags: Lùssia , Alessandro Anderloni , Lucia , Nunzia Spica

Lùssia: fra «schei e fioi» si racconta la storia della nostra civiltà contadina

È la fine di una storia, della storia della nostra civiltà contadina: «Lùssia» ultima commedia scritta e diretta da Alessandro Anderloni e interpretata da Le Falìe, ha poco di nostalgico, anche se l’insistenza su cui il regista di Velo calca toni e colori sembra lodare un tempo che fu.

La trama si sviluppa attorno alla festa di santa Lucia (Lùssia), la santa dei doni per i bambini e del disincanto per i grandi, ma alla fine i sogni finiranno per tutti in una famiglia che si regge su due colonne: “i schei e i fioi” (soldi e figli). Chi non ha né gli uni né gli altri è un fallito per questo sistema che si regge sull’economia delle braccia. E quando l’astuto di turno, il rigattiere “foresto”, usa il cervello per farsi regalare i vecchi e preziosi mobili in noce in cambio di un arredamento moderno e laminato in fòrmica, si sgretola la forza delle braccia davanti a un pizzico di furbizia, la stessa che farà piazza pulita di vecchie carte e antiche consuetudini: la tavola su cui metaforicamente è scritta la storia di fame e di fatica della famiglia e del paese sarà l’ultima ad essere ceduta perché la sua scomparsa rappresenta davvero il crollo dell’elemento unitario centrale di tutta la casa.

 

Un discorso a parte merita la straordinaria interpretazione di Nunzia Spica, la santa, siciliana come la martire siracusana, e per la prima volta sul palcoscenico: un’altra delle scoperte sorprendenti di Anderloni che esalta l’anima nascosta dei suoi personaggi immaginari in persone vere in carne ed ossa. Ancora una volta il regista di Velo è maestro del teatro popolare che respira alimentandosi a spunti reali. «Lùssia» è in programmazione nei giorni 1, 4, 7, 8, 9, 10, 14, 16 e 17 agosto e 7, 8 settembre al teatro Orlandi di Velo

Vittorio Zambaldo
Correlati

Articoli da leggere

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1