Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
16 novembre 2018

Spettacoli

Chiudi

06.08.2018

Il Nabucco risorgimentale «sfiora» quota centomila

Il Nabucco, secondo per presenze solo  a Notre Dame
Il Nabucco, secondo per presenze solo a Notre Dame

Il settore spettacoli in Italia tiene bene le posizioni. Lo dice l’Annuario 2017 della Siae quando cita la presenza del pubblico aumentata dello 0,71% rispetto al 2016 ed un volume di affari che cresce del 4,45% per l’incremento del prezzo dei biglietti. Con il segno più anche il comparto della lirica che «riscuote notevole successo di pubblico con indicatori in crescita, sia in termini assoluti, sia in valore percentuale». Gli ingressi del settore operistico si concentrano principalmente nei mesi estivi di luglio (334,7 mila) ed agosto (273,4 mila) «a confermare il successo degli eventi allestiti in spazi all’aperto con grande potenzialità ricettiva, capaci di coniugare lo spettacolo alla suggestione dei luoghi storici che spesso li ospitano». «La lirica esprime il 26,26% del totale della spesa al botteghino del comparto teatrale», riferisce ancora l’Annuario della Siae, «per un valore in crescita che ha raggiunto 102.4 milioni di euro (tacito il contributo della nostra Arena), ma con un costo d’ingresso di 44,17 euro, in leggera diminuzione del -0,12% rispetto all’anno precedente». Fa un certo effetto leggere fra le note della Siae, come il nuovo allestimento del Nabucco areniano sia citato fra gli spettacoli del 2017 che hanno riscosso i maggiori consensi, con ben 95 mila presenze, secondo solo al Notre Dame de Paris (240 mila presenze) e al grande concerto di Vasco Rossi a Modena (225 mila). Il capolavoro verdiano -inaugurava il festival 2017- ha goduto di un adeguato battage pubblicitario, ma incuriosì anche per l’innovativa messa in scena voluta dal regista e costumista francese Arnaud Bernard. Bernard ne ha trasposto infatti la vicenda alla fase risorgimentale (1848-1860), periodo in cui l’Austria dominava il Regno Lombardo-Veneto. Questo ha permesso a Nabucco di diventare nell’immaginario collettivo il titolo patriottico per eccellenza, con il suo «Va’, pensiero» e inno del riscatto nazionale.

G.V.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1