Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 settembre 2018

Spettacoli

Chiudi

28.08.2018

Attori, ballerini e musica live raccontano 7 anni di trincea

Lo spettacolo “Mi chiamo Remo“ di Trapanoboss FOTO BRENZONI
Lo spettacolo “Mi chiamo Remo“ di Trapanoboss FOTO BRENZONI

Ha il nome di un attrezzo fondamentale per il bricolage, ma c’è molto di più oltre l’hobby, nel gioco di squadra della compagnia Trapanoboss, che al Chiostro di Santa Eufemia per la rassegna Teatro nei cortili ha proposto l’operina “Mi chiamo Remo“ di Davide Passaia da lui diretta con Pierluigi Perbellini. Un ottimo equilibrio tra cantato e recitato, con il contributo fondamentale della musica dal vivo, o meglio "in carne e ossa", come ci tengono a dire loro. I registi hanno realizzato con gli attori e ballerini della compagnia una storia vera di guerra fra ricordi e brani d’impatto suonati e cantati, e il soldato semplice protagonista dell’esperienza al fronte di sette duri anni cattura la simpatia del pubblico incarnando un personaggio veronese realmente esistito nel 1939 o giù di lì, l’anno non è sicuro. È giocoso infatti il contadino di nascita lieto di servire l’incoronata Patria (parodiata sul palco nel suo vaporoso manto bianco e lungo strascico). La chiamata alle armi porta però alla carneficina da cui tuttavia si salva, ma lasciano il segno anche le tre forzate trasferte (Albania, Grecia, Egitto) che Remo riesce a sdrammatizzare col suo candore. La formula della bambina che si fa raccontate dal nonno la sua storia da giovane in trincea durante la Seconda guerra mondiale è accattivante, con le voci fuori scena che lasciano immaginare le due figure simbolo del "non dimenticare mai" e lo scambio narrativo fra la musica live, il recitato e il ballato rende solido l’allestimento fondato sulla coralità e l’affiatamento degli interpreti. Un allestimento singolare che attraverso il "teatro canzone" ferma il tempo e rende la Storia fruibile alle due generazioni, vecchia e giovane, non a confronto, ma interconnesse. •

M.PEZ.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1