Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 agosto 2018

Spettacoli

Chiudi

27.01.2018

Danza, sogni e speranze Anna e «l’età imperfetta»

Anna Valle con Marina Occhionero in una scena del film
Anna Valle con Marina Occhionero in una scena del film

Luca Mazzara Un successo inaspettato. Per la capacità di raccontare una storia piena di temi forti in maniera delicata, per la regia puntuale e ricca di colpi di scena, e per la bravura delle attrici. Le giovani ballerine protagoniste - Marina Occhionero e Paola Calliari - e anche Anna Valle, che de «L’età imperfetta» girato dal marito Ulisse Lendaro è co-produttrice. Nella storia che racconta le vicende di due ragazze alle prese con il sogno di ballare l’attrice romana ex Miss Italia è l’insegnante della scuola di danza, uno dei personaggi chiave: e ieri sera proprio la Valle con il regista e gli altri attori del cast sono stati ospiti del circolo culturale di Tombetta che ha organizzato la proiezione nella sala Santa Teresa. Un film che ha avuto da subito un successo di critica eccezionale, inserito di recente nella top ten Acec (le sale della comunità sono circa mille in Italia) sostenuto da Agis Scuola con il Miur, con la possibilità per le scuole superiori di organizzare delle mattine al cinema contattando la distribuzione. Proprio il mondo giovanile è al centro del lavoro candidato ai premi David di Donatello e pronto ad essere apprezzato anche fuori dall’Italia. «Un successo inaspettato e di cui siamo contentissimi», ha spiegato Anna Valle, «era una sfida per me e per Ulisse, sono felice che per il momento sia vinta. Il mio ruolo? Me lo sono sentito addosso anche se mi sono dovuto allenare: non ho un passato da ballerina classica anche se da piccola ho provato anch’io, ma per il film abbiamo fatto ore di esercizi sedendoci a terra e facendo le punte, è un mondo duro ma straordinario», sorride l’attrice. Nel film si parla di danza e di sentimenti estremi, di amore e odio, di bulimia e di bullismo, di scelte e di momenti che possono cambiare la vita. «Tutti quanti passiamo momenti difficili nella vita, ma noi siamo ballerine, sappiamo stare sulle punte», dice proprio Serena, l’insegnante interpretata dalla Valle. «Nella vita a volte ci sono scelte che ci fanno male, perchè ci aspettiamo una cosa e non accade. Magari però capiterà alla prossima occasione, bisogna solo aspettare un altro momento». Difficile capirlo in nell’età dell’adolescenza, così piena di sensazioni e così complicata. Anche per una mamma di due figli, la più grande di nove anni e che è presente nel film. «Più che pensare a mia figlia tra qualche anno mi sono rivista io, in realtà i due personaggi Sara e Camilla non sono una l’opposta dell’altra, ma si trasferiscono emozioni a vicenda». La visita a Verona dell’attrice è anche l’occasione di parlare della città di Giulietta e Romeo. «Ci sono stata per alcuni spettacoli in passato ma la conosco ancora troppo poco - l’ex Miss Italia infatti vive a Vicenza - però prometto che dopo questo appuntamento cercherò di viverla e scoprirla, tutti mi dicono che è straordinaria». •

Luca Mazzara
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1