Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 settembre 2018

Spettacoli

Chiudi

11.03.2018

È morto Piero Ostellino giornalista e antico liberale

Piero Ostellino
Piero Ostellino

ROMA È morto a 82 anni Piero Ostellino, direttore del Corriere della Sera dal giugno 1984 al febbraio 1987 e per molti anni corrispondente e editorialista per il quotidiano di via Solferino. Nato a Venezia il 9 ottobre 1935, Ostellino si laureò in Scienze politiche presso l’Università di Torino, dove si specializzò in sistemi politici dei paesi comunisti. Nel 1963 fondò a Torino il Centro di Ricerca e Documentazione Luigi Einaudi e, nel 1964, la rivista Biblioteca della Libertà che diresse fino al 1970. Fu in quegli anni che elaborò la sua formazione liberale, che lo portò a rimanere fino agli ultimi anni di vita presidente onorario del Centro Einaudi. Autore di numerosi saggi di carattere storico e politico, fu prima di tutto giornalista, raccontando la politica italiana e mondiale senza lesinare critiche. La sua carriera è legata a doppio filo con la storia recente del Corriere della Sera. Da sempre ostile all’ideologia comunista, nel 1973 divenne corrispondente da Mosca, in epoca brezneviana, poi corrispondente da Pechino a partire dal 1979. Dopo l’esperienza da direttore, Ostellino continuò a raccontare sul Corriere della Sera, nella rubrica settimanale «Il dubbio», le contraddizioni della politica italiana. Sempre fedele ai valori liberali, anche nell’ultima esperienza al Giornale dal 2015, mise sempre in evidenza tutte le difficoltà delle formazioni politiche della destra a mettere in pratica quelle politiche, cedendo spesso a logiche dirigiste e assistenzialiste. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1